#7 Marina Grande di Sorrento – Immersione Notturna

Oggi la temperatura è primaverile, ci sono 17-18°C e splende un gran sole. Anche il mare è calmo … tutto converge … 
Rientrato a casa, completo le incombenze burocratiche lavorative di fine mese e prendo la pile cariche dai caricabatterie, inserendole nei faretti. Attendo che faccia buio e alle 18:45 scendo da casa, alle 19 sono già al porto di Marina Grande di Sorrento.

Questa volta ho trovato posto per parcheggiare sul molo e quindi mi immergerò sul lato destro dello specchio d’acqua. Mentre mi vesto mi passa a salutare Gaetano con Raffaele, pescatori del posto, che mi conoscono fin da bambino. Oggi non ho chiamato il mio amico d’infanzia Antonio, non volevo disturbarlo anche stasera, lo lascerò pescare tranquillamente, sicuramente sarà lì sul posto!

Ho deciso di andare sulla banchina anche perché al mio ritorno verso le 20, verrà Antonio Mario con suo figlio Thomas per aiutarmi all’uscita a salire dalla scaletta di pietra, ma anche per ritirare qualche roccia che raccoglierò per l’acquario marino appena installato nell’ufficio di sua moglie Cinzia.

In quindici minuti sono pronto ed entro nell’acqua abbastanza limpida, c’è una ma leggerissima risacca. Nuotando in superficie , vedo alcuni piccoli cefali a pelo d’acqua sotto pontile metallico. Mi immergo e scendo verso il centro della scarpata fangosa, mantenendomi lontano dal pontile dove ci sono alcuni pescatori, per non disturbarli.

Anche stasera ho montato il Sigma 15 mm con il minidome sulla Nauticam NA-D850, sperando in soggetti “XXL” da fotografare, invece la serata è povera di incontri interessanti.
Una piccola seppia, una grande triglia Mullus surmuletus, una bella attinia Andresia partenopea, un serpente di mare Ophisurus serpens, un pesce lucertola Synodus saurus, un piccolo Octopus vulgaris, ed infine un tordo pavone Symphodus tinca addormentato sotto alghe rosse Asparagopsis armata.

Sono ormai sulla via del ritorno, alla base della scogliera riesco ad individuare un piccolissimo pesciolino mimetizzato sul fondo … è un piccolissimo esemplare di Capone ubriaco Chelidonichthys lastoviza   o Capone gallinella Chelidonichthys lucerna, la cui identificazione nell’immediato mi sfugge, non avendo mai visto un esemplare così piccolo. Inizio a scattare e provo a farlo spostare per vedere il colore interno delle pinne pettorali, Si nota un colore giallo che non ho mai visto prima ma la colorazione e forma del muso e del corpo mi suggeriscono che sia un Capone ubriaco (poi confermato dal mio amico biologo Fabio Russo quando gli ho girato le foto). Essendo molto piccolo, ho modificato le impostazioni della fotocamera in DX per ingrandirlo un poco. Per renderne poi le dimensioni, prima di salutarlo, lo sollevo con i guanti per mostrarne le reali dimensioni.

Sempre nei pressi della scogliera vedo un Gronco Conger conger in caccia tra gli scogli ed una oloturia con un mozzicone di sigaretta sul corpo. Termino l’immersione sotto la banchina dove c’è un tappeto di attinie Anemonia sulcata. Quando tiro fuori la testa dall’acqua, proprio sotto la scaletta, trovo i miei amici ad attendermi da una mezz’ora. Sono infatti le 20:30 quando mi aiutano prendendo le bombole e la zavorra per risalire l’alto gradino con una energica pinneggiata. Mentre mi spoglio e sistemo l’attrezzatura, nel riporre il computer subacqueo, mi accorgo di aver effettuato le ultime due immersioni notturne con impostato un gas Nitrox 32%,  ma data la mia lunga permanenza a basso fondale non comporta nessun  problema.

Completate le operazioni passiamo tutti insieme per l’ufficio di Cinzia a posare le pietre raccolte. Le sistemo nell’acquario alla meglio, poi scappo via, per non sforare il coprifuoco delle 22, visto che siamo sempre in zona arancione. Arrivo tranquillamente in orario, inizio a lavare l’attrezzatura e la metto ad asciugare. Stasera comunque ho dato il mio minimo contributo alla pulizia del mare, gli occhiali sono stati recuperati per essere cestinati. 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.