8 Fesdu Wreck

Alle ore 15 si torna il salone per il briefing, si torna in mare per il terzo tuffo della giornata, andiamo a fotografare un piccolo relitto affondato nei pressi del reef. Ho cambiato configuarazione, rimontando il superdome, ma senza cambiare obiettivo.

Scendiamo e l’acqua non è limpidissima, la sagoma dello scafo però si distingue benissimo. Arrivo subito sulla prua, poi mi sposto lungo la fiancata fino a raggiungere la poppa, dove ci sono due grandi Pterois volitans. Sulla murata di dritta del relitto, tra la vegetazione rigogliosa che ha ricoperto le lamiere, si nasconde un frog-fish rosa. E’ bellissimo, ma è in una posizione poco favorevole per essere fotografato. Anche questa volta c’è la fila e mi “defilo” rapidamente, andando in cerca di altre situazioni lungo lo scafo. Sulla coperta, all’interno di una formazione coralligena, si nasconde un secondo frog-fish di colore nero, i cui lineamenti sono praticamente indistinguibili. 

Terminiamo l’immersione lungo il piccolo reef che dista poche decine di metri dallo scafo, qui c’è un plateau roccioso con centinaia di attinie piene di pesci pagliaccio, ma anche una enorme Montipora foliosa a forma di vaso, con un crinoide nero all’interno. Qui Marco trova un grosso pesce scorpione rosso.

Torniamo in barca e vado a mettere tutte le batterie in carica per domani, intanto provo a raggiungere Fabio Russo che si trova a poca distanza da noi, sulla sua barca. Mentre i miei amici si trattengono a bere sulla terrazza, io convinco Big-Ali ad accompagnarmi con la barca-appoggio fino alla Haleema per raggiungere il mio amico sorrentino. Salgo a bordo e abbraccio il mio amico Fabio, faccio la conoscenza di Simone Musumeci e del proprietario della barca che è eccezionalmente a bordo questa settimana, mi offrono un buon caffè  e mi portano in giro per l’imbarcazione, molto curata all’interno. Mi trattengo anche a guardare alcuni video girati ad una coppia di squali tigre, avvistati qualche giorno fà e poi inizio il rientro alla mia barca. Mentre salgo sul barchino, già sono presenti alcuni squali nutrice … la serata promette bene. 

Sulla Ocean Sapphire le lampade sono già accese a poppa, il plancton inizia ad accumularsi al di sotto della potente luce, speriamo che arrivino anche qui i nutrice ma soprattutto le mante, che tramite messaggino,  mi riferiscono essere arrivate sotto la Haleema. Arrivano alcuni nutrice poi una manta che va via, decidiamo quindi di far maturare la serata e di andare a cena alle 19. Al termine ritorniamo a poppa e mi metto steso sulla pensilina con fotocamera in acqua, legata con una corda. Aspettiamo ancora, arrivano dei voraci pesci, poi due seppie, un pesce ago, un’aguglia e finalmente 4 nutrice e due mante. Mi tuffo in acqua per fotografarle e resto a mollo un’altra ora, alla fine sono esausto e risalgo, intanto scende in acqua Marco Lausdei e ne arriva anche una terza dalla livrea bianca. Restiamo fino a mezzanotte io però vado a fare doccia e a smontare fotocamera per mettere tutto sotto carica per domani.

Andremo ad un reef bellissimo con soft corals, ma intanto vado a dormire soddisfatto.