Marco Gargiulo

Underwater Photographer

#65 Banco Santa Croce con Veronica, Arturo e Lorenza

Mi sveglio alle 6:45 con grande fatica; prima penso alla colazione poi a sistemare la fotocamera nello scafandro. Cambio le batterie dei flash con la coppia che non uso da tempo, speriamo non sia un errore, poi  alle 7:30 sveglio Lorenza che ho lasciato dormire un poco in più, dopo la serata trascorsa a mare.

Mi avvio all’auto per prendere le attrezzature lasciate bagnate ieri sera nel bagagliaio dopo la notturna. Faccio rifornimento di benzina ai due scooter e nel frattempo arriva Arturo con il suo, subito dopo ecco anche Lorenza. Carichiamo tutto sui motoveicoli ed andiamo alla Pasticceria “Monica” per far fare colazione a Lory.

Alle 8:30 siamo al Punta Campanella Diving dove c’è il solito gran fermento, con Fabio che sta addestrando gli snorkelisti che usciranno con il gommone “Berta” alla Baia di Jeranto, noi invece usciamo con “Marangone” per andare al Banco di Santa Croce.

Arriva Veronica Vitale e dopo un selfie ci prepariamo. Navighiamo verso Vico Equense con un mare calmissimo. Arriviamo per primi alla boa della Secca Principale ed ormeggiamo; subito dopo arriva il Bikini Diving con due gommoni.

A bordo del primo c’è il mio amico Francesco Cortese con il dr. Raffaele Pisani e sua moglie Francesca Altamura, ma sull’altro gommone dove c’è Pasquale Manzi, c’è la mitica Eleonora “Shark” De Sabata che, vedendomi a bordo, è pronta a tuffarsi per venire a salutarmi, ma a causa dell’affollamento della boa, il suo battello si allontana e ormeggia alla Secca di Terra e non riusciamo ad incontrarci! Ci abbracciamo a distanza.

In barca resta Rosy mentre Lisa scende in acqua con i clienti e mi “affida” Arturo, Lorenza & Veronica più altri quattro subacquei! Che gioia fare la guida! 

Quando siamo tutti pronti ci immergiamo restando in contatto diretto con la cima che scende verso il fondo nell’acqua verde bottiglia. Avevo spiegato a Lorenza che normalmente migliora in profondità, ma oggi non è così! L’acqua resta torbida e floccuolosa. 

Oggi ho montato sulla Nauticam NA-D850 anche la GoPro Hero 7 nello scafandro T-Housing e messo due fari in parallelo con i flash OneUw. Resta la solita configurazione con l’obiettivo Nikon 8-15 mm e minidome.

Subito li “guido” alla Savalia savaglia a 35 metri, poi proseguiamo con la parete alla nostra destra. Le gorgonie rosse sono sempre bellissime, così come le margherite di mare e le gorgonie gialle tra le quali si nascondono le tante cernie.

Mostro l’ingresso della grotta a Lorenza dopo aver effettuato il primo giro profondo dello scoglio e le prometto che la prossima volta la porterò all’interno della spaccatura, poi effettuiamo un secondo giro a più bassa profondità, fermandoci al Presepe dove ci sono tanti saraghi fasciati ed un bellissimo scorfano rosso.

Guardando verso il largo, ma confesso che è difficile distogliere lo sguardo dalle coloratissime pareti rocciose, si ammira il passaggio di alcuni dentici e di un banco di alici. Arriva il momento di risalire, ci raduniamo alla cima ed è il momento per scattare qualche foto al “pizzo” fiorito e qualche selfie ricordo prima di risalire, anche con Raffaele Pisani. Dopo i nostri 45 minuti d’immersione non abbiamo necessità della decompressione così risaliamo dopo la sosta di sicurezza.

Iniziamo il rientro al diving verso le 11:30 ed io me ne resto a poppa di Marangone durante la navigazione. Quando arriviamo dopo una trentina di minuti, laviamo tutte le attrezzature e poi torniamo a Sorrento.

Pensavo che Lidia e Mariolina fossero già andate al mare invece sono rimaste a casa e lo facciamo anche noi. Stasera infatti Lorenza ha uno spettacolo a Villa Fiorentino di Sorrento e non è il caso di farla stancare ulteriormente. 

Pranziamo tutti insieme e poi alle 14 mi distendo sul divano a guardare le prove libere del Gp di F1 ma ahimè dormo per quasi tutta l’ora. Proseguo la visione della TV e alle 16 mi alzo per sedermi davanti al computer, scaricare le foto scattate ieri notte ed in mattinata ed iniziando a buttar giù qualche appunto del racconto dell’immersione.

 

Succ Articolo

Precedente Articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2022 Marco Gargiulo

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: