Marco Gargiulo

Underwater Photographer

#61 Scoglio Penna con Mimmo, Alenka e Daniela

Solita sveglia e routine mattutina, provvedo al montaggio della fotocamera ma ho qualche problema a far funzionare il contatto caldo della fotocamera per il controllo dei flash in TTL, non riesco a risolvere e li setto in manuale. Alle 8 scendo di casa e raggiungo Marina della Lobra.

E’ l’ultimo giorno d’immersione per Alenka che domani torna in Slovenia e non voglio mancare, così vado a salutarli da vicino. Arrivo al Punta Campanella Diving e trovo tantissimi snorkelisti intenti alla vestizione. Fabio li addestra sull’uso dello snorkel, della maschera e delle pinne ed esce con loro di lì a poco su Marangone con l’assistenza di Erika, Andrea e Vittoria. Io invece sono su Berta per una doppia immersione con Mimmo, Alenka, Daniela ed Antonio Cappiello. Oggi Argo per la prima volta resta in attesa del suo padrone al diving.

Prima di abbandonare il porto, provvedo al mio rituale autoscatto in gommone. Soffia un vento caldo di scirocco fastidiosissimo, c’è foschia e durante la navigazione ci bagniamo per raggiungere lo Scoglio Penna.

Quando arriviamo sul posto c’è onda, così mi tuffo ed aspetto i miei amici sul lato esterno dello scoglio dopo aver attraversato il buco passante. L’acqua è bella limpida!

Dopo gli scatti nel buco con la cernia che prontamente s’intana, mi separo dal gruppo, Mimmo & Alenka vanno verso le gorgonie rosse, io non scendo molto in profondità e faccio un giro tranquillo in solitaria, in previsione anche dell’immersione notturna di stasera. Trovo subito una bella stella cuscinetto, un grande banco di alici, i barracuda e poi un bellissimo anemone Anemonia sulcata sul lato interno dello scoglio.

Mi fermo a cercare soggetti tra i grandi massi adagiati sul fondo e mi raggiunge Daniela con la sua fotocamera. La vedo fotografare e mi viene la voglia di farle da assistente, così poso la mia Nauticam NA-D850 su uno scoglio e mi dedico a lei per sistemare le impostazioni della fotocamera e del flash. Dopo circa 60 minuti risaliamo a bordo di Berta.

Alle 11 siamo all’interno della Baia di Jeranto per l’intervallo post-immersione, il cambio delle bombole, lo snack e l’immancabile pipì. Arriva anche Marangone con gli snorkelisti e dopo circa 45 minuti di attesa, andiamo a Punta Campanella. Il vento è molto forte, Lisa e Rosy decidono che non è il caso d’immergerci in questo posto, così ripieghiamo a Cala di Mitigliano, ma anche qui c’è tanto vento, forse anche di più.

Lasciamo Lisa ed il gruppo di sub sulla punta mentre con Daniela, Mimmo ed Alenka si prova ad andare nella grotta. Non riuscendo ad ancorare a causa del vento intenso, lasciamo Mimmo ed Alenka nei pressi della grotta mentre, per dare una mano a Rosy a gestire i subacquei in queste condizioni, resto sul gommone a fare il barcaiolo, rinunciando all’immersione. Non mi dispiace saltarla perché stasera tornerò in acqua con mio fratello e Raffaele Scrofani per andare al Banco di Santa Croce. 

Rientriamo al diving alle 14 e dopo una mezz’ora sono a casa. Pensavo di non trovare i miei familiari pensando che fossero andati al mare, invece sono rimasti a casa per evitare il caldo torrido di questi giorni.

Pranzo qualcosina arrangiandomi nel frigorifero, poi mi stendo sul letto per riposare fino alle 16:30. Mi alzo e apro lo scafandro, scarico le foto scattate ed inizio a scrivere qualche appunto dell’immersione.

Preparo poi la fotocamera per la serata, sostituisco la batteria del Vacuum System e richiudo il tutto dopo aver risistemato il cavo dei flash. Adesso sembra funzionare correttamente anche il TTL. Alle 17:30 vado a prendere Arturo … la giornata non è conclusa!

Succ Articolo

Precedente Articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2022 Marco Gargiulo

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: