Marco Gargiulo

Amateur Underwater Photographer

#99 Marina Grande di Sorrento con Antonio Mario- Immersione Notturna

Al rientro ieri a casa dopo il pranzo di Natale, mi accorgo che la pompa di ripristino dell’acqua di osmosi non funziona. Aggiungo l’acqua mancante che avevo da parte già pronta da parecchi giorni e vado a dormire, ma prima mando un messaggio al mio amico e negoziante di fiducia Rosario Tommasone di MONDONATURA per sapere se il giorno dopo, il 26 dicembre è aperto il negozio per andare a comprare un nuovo apparecchio di ripristino. Mi risponde di prima mattina e mi informa che il suo assistente Maicol sarà al negozio dalle 10.

Prima di mettermi in viaggio verso Napoli, mi industrio per capire il problema e fortunatamente riesco a riattivare la pompa che non si è guastata ma nel frattempo mi accorgo anche che l’acqua che ho aggiunto ieri sera deve aver fatto esplodere una crescita batterica in vasca visto che l’acqua è attualmente opaca. Rimonto allora la lampada UV e spero che il problema possa risolversi, anche perché mi dovrò assentare per qualche giorno con la mia famiglia e non potrò controllare cosa succede all’acquario. Approfitto per cambiare anche le cartucce e le resine nell’impianto a osmosi inversa e termino l’operazione alle 11:30,  giusto in tempo per l’appuntamento con gli amici storici per un aperitivo. Durante le operazioni acquaristiche mi sono accordato con Antonio e Thomas per andare a fare un tuffo stasera, ma ipotizzando di andare a Puolo mi faccio lasciare l’auto di mia moglie per percorrere la stretta stradina.

Nel pomeriggio proseguo con la sistemazione delle pompe dosometriche dell’acquario e poi inizio lentamente a preparare l’attrezzatura fotografica. Ho anche da preparare una mini-borsa per l’imminente vacanza in Toscana.

Il cielo è nuvoloso fin dalla mattina ma sembra non minacciare pioggia, o almeno lo spero. L’appuntamento è alle 18:30 sotto casa di Antonio, passo prima per il garage e parlando con un mio amico, mi dice che non c’è problema con la Z.T.L. ad andare a Marina Grande così quando arrivo dai miei amici che sono già sullo scooter, decido di cambiare itinerario. Thomas viene in auto con me ma abbiamo difficoltà a scendere per l’ingorgo lungo Via Del Mare … e mi ricordo che oggi è Santo Stefano, giorno festivo pieno di turisti che visitano Sorrento. Fortunatamente quando arriviamo al borgo la situazione è più tranquilla, troviamo parcheggio per l’auto di mia moglie ma mentre ci prepariamo, Antonio si accorge di aver dimenticato la zavorra a casa. Mentre io mi vesto, lui sale a prenderla. Nell’attesa scatto un selfie con il cartello preparato per l’immersione n°99 del 2023. Appena ritorna ci tuffiamo, l’acqua è bella limpida ed il mare calmo. Stasera è il giorno del suo battesimo con la fotocamera reflex … sottratta al figliolo Thomas che stasera resta a fare assistenza da terra. 

Scendiamo subito in profondità fino ad oltre trenta metri, ma solo dopo aver scattato una foto ricordo. Nella discesa Antonio mi mostra un piccolo calamaro che non avevo proprio individuato mentre scattavo una foto ad uno stivale insabbiato. C’è una piccola bavosa in una bottiglia e poi individuo in lontananza un bel pesce civetta Dactylopterus volitans. Segnalo la presenza ad Antonio ma dopo due scatti sollevo un gran polverone mentre provo a farlo nuotare a mezz’acqua, il pinnuto si gira dalla parte sbagliata e svanisce nella nuvola di fango. A poca distanza vedo una “gallinella” Trigloporus lastoviza che scappa via mentre provo a fotografarlo. Solo allora mi accorgo che si è spostato lo zoom dell’obiettivo e si nota una discreta vignettatura ai bordi del fotogramma che andrà eliminata in post-produzione o con un ritaglio.

Inizio a dedicarmi all’allievo e gli indico dei soggetti interessanti, fin quando non vedo una bella polpessa Callistoctopus macropus che dopo un poco inizia a danzare davanti all’obiettivo, Antonio mi raggiunge ma non credo sia riuscito a fotografare a dovere l’animale. Siamo già a ridosso della scogliera ed iniziamo il ritorno verso terra, Antonio vede uno scorfano rosso e inizia a scattare, lo invito ad avvicinarsi sempre di più e ad abbassarsi per mettersi in asse con il soggetto. Negli ultimi minuti dopo un’ora di passeggiata, trovo un tordo pavone Symphodus tinca con una ferita sul cranio, gli manca un occhio e si vedono le ossa cefaliche. Poverino, sarà stato preda di qualche pescatore con la fiocina.

Prima di risalire vedo un pesce serpente Ophisurus serpens che riesco a far fotografare al mio compagno ed infine qualche paguro. All’interno del porto c’è una stella pentagono Peltaster placenta leggermente malandata, spero che si possa riprendere. Thomas ci viene incontro alla scaletta, scatto una ultima foto ricordo prima di risalire con Antonio che appena possibile torna a casa a fare la doccia, mentre Thomas resta con me e mi aiuta a sistemare tutto. Lo riporto a casa e anche io rientro alle 21 e mi dedico al lavaggio accurato e alla sistemazione dell’attrezzatura. Vado a cena e poi finalmente mi metto al computer per guardare qualche foto. Thomas intanto mi manda su whatsapp qualche bella immagine scattata dal papà mentre io inizio a sistemarne qualcuna appena realizzata.

Per qualche giorno dovrò restare lontano dal mio mare, sarà dura astenersi durante questo periodo di ferie nel quale il mare è particolarmente bello, mi aspettano alcuni giorni da trascorrere in famiglia fuori casa, in attesa di ritornare a Sorrento per l’immersione n° 100 del 2023!

 

Succ Articolo

Precedente Articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2024 Marco Gargiulo

Tema di Anders Norén