Marco Gargiulo

Underwater Photographer

#78 Banco di Santa Croce

Consueta sveglia alle 6:30, faccio colazione e provvedo alla chiusura dello scafandro. Scendo di casa e vado un attimo all’ATM sotto casa per non restare senza soldi e alle 7:45 sono in auto con direzione Marina di Stabia. In auto ho dovuto accendere il riscaldamento del volante perché la temperatura dell’aria è fredda, pari a 11 °C. Passo al garage a prendere la muta stagna e poi alle 8 sono in auto sulla strada statale sorrentina. Il meteo è bellissimo, con mare calmo anche se c’è qualche nuvola nel cielo.

Arrivo alle 8:30 al Bikini Diving come programmato, qui incontro tanti amici, Raffaele “Lello” Pisani con Francesca Altamura ma anche Paolo Primiani. Prendo la bombola con Nitrox 32% e mi preparo; alle 9 siamo pronti ed usciamo con il gommone dopo il Selfone in gommone. Arriviamo alla Secca Principale del Banco di Santa Croce ed ormeggiamo. Arriva dopo poco anche il secondo gommone del diving. 

Entro in acqua da solo, è molto torbida sia in superficie che a fondo. Raggiungo subito i rami di corallo nero Savalia savaglia ed incontro subito alcune cernie ma sono distanti e l’acqua è pessima. Effettuo un lungo giro, ma le gorgonie rosse oggi sono quasi tutte chiuse. C’è tanto pesce in giro, alici e qualche tonnetto in caccia, saraghi, scorfani e cernie. Riposiziono in situ anche una gorgonia gialla che si è staccata dal substrato, nella speranza che possa restare in corrente.

Sono nella parte terminale dell’immersione e mi fermo a scattare qualche foto alle bellissime margherite di mare Parazoanthus axinellae. Si notano ahimè alcune spugne morte, si evidenzia chiaramente la struttura porosa priva di tessuto e colore. Prima di tornare alla cima di ormeggio dove sono i miei amici ad effettuare la decompressione, saluto le ultime cernie, i saraghi e le salpe e poi vado a raggiungerli tra le bollicine. Risalgo al termine di 60 minuti di goduria e dopo aver scattato i miei selfie con Lello & Francesca. Emergo senza dover effettuare la decompressione.

Il mio gommone è già pieno di sub, così mi fanno salire sull’altro battello dove c’è Pasquale Manzi e Francesco Cortese. Aspettiamo la risalita di tutti i sub lanciando qualche biscotto in mare per attirare i gabbiani, ma sono ormai sazi dopo aver mangiato tutti quelli che Francesco gli ha già lanciato. Così ce ne torniamo a terra e durante la navigazione trascorro il peggiore momento della giornata … il vento è gelido!

Arrivati in banchina laviamo l’attrezzatura direttamente in gommone e carichiamo tutto sul carrellino del “tre-ruote” e torniamo alla base dove smonto tutto. Saluto gli amici e mi metto in viaggio per Sorrento alle 12. C’è un leggero traffico dentro Castellammare di Stabia ed anche lungo la strada statale sorrentina.  Inizia anche a piovere ma solo per un breve tratto di strada all’altezza di Vico Equense. Quando arrivo sotto casa c’è di nuovo il sole.

Il pomeriggio trascorre davanti alla tv, con la visione del GP di F1 in Brasile poi dell’ultima partita del campionato di calcio Juventus-Lazio prima dell’inizio del campionato del mondo in Qatar.

Succ Articolo

Precedente Articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2022 Marco Gargiulo

Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: