Le Sirene di Sorrento

Scendo al mare dopo pranzo con mia moglie Mariolina, dopo aver trascorso la mattinata al computer a sistemare qualche foto scattata ieri. Oggi ho portato con me ai Bagni Salvatore di Sorrento la mia fotocamera Nauticam NA-D850 con il Sigma 15 mm ed il Superdome, oltre ad un’attrezzatura subacquea basic … maschera, snorkel e pinne lunghe da apnea. Non ho trovato i calzari in garage, ma proverò a farne a meno.

Appena arrivo, mostro il “mostro” che ingenera una gran curiosità tra i bagnanti, così sfido i miei increduli amici ad “entrare” nel mega-selfie. 

L’attrezzatura resta “parcheggiata” sotto il lettino fino alle 18 quando mi metto in moto … ho un appuntamento speciale … un incontro sognato da una vita e che sta per realizzarsi … ecco arrivare le Sirene di Sorrento! 

Niky e Marianna arrivano con leggero anticipo, le vado incontro via mare e le raggiungo nei pressi della Spiaggia San Francesco. Iniziano a prepararsi tra l’incredula gente presente sull’arenile, a fatica entrano in acqua, dove invece sono a  loro agio!

Trascorriamo un’ora in mare, ma sembrano passare solo pochi minuti. Il tempo vola e ben presto è ora di andare via. L’acqua è torbida e la sintonia tra noi tre deve ancora nascere appieno, ma ci siamo divertiti tantissimo e a mio avviso siamo andati alla grande per aver effettuato solo una prova. 

Ritorno alla palafitta da mia moglie alle 19, solo allora inizio a sentire il dolore alle dita dei piedi piene di bolle, ma sono felice come un bambino che ha appena ricevuto il regalo desiderato. E’ orario di chiusura dello stabilimento e a quest’ora la scaletta è stata già sollevata, devo tornare indietro per uscire dall’acqua dalla spiaggia.  Mi lancio sotto la doccia ormai fredda e vado via di corsa. 

Ho premura di tornare a casa perché devo cambiare l’attrezzatura fotografica, montare minidome, faretti e flash per andare a fare un’immersione notturna, ma a causa di un imprevisto, il tuffo viene abortito.  

Alle 20:30 mi metto comunque sullo scooter con direzione Marina della Lobra per accompagnare mia figlia Lidia che deve partecipare ad una festa di compleanno. Fortunatamente non ho necessità di riprenderla, essendomi già organizzato per farla rientrare con altri genitori, non avendo certezza dell’orario di rientro dall’immersione.

Non essendo andato in acqua stasera, ho il tempo di iniziare a sistemare qualche foto scattata alle sirene per mostrarle subito alle mie amiche, ma poi arriva il momento di preparare la fotocamera per doppio tuffo che effettuerò domani.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.