Archivi categoria: Bagni Regina Giovanna

#29 Punta del Capo con Andrea

Trascorriamo un adeguato tempo d’intervallo in superficie sempre a Cala di Puolo e poi andiamo a Punta del Capo. Il cielo resta plumbeo ed inizia anche a piovere.

In discesa incontro tante piccole salpe ed anche la rete abbandonata che è tutta ricoperta di Antedon mediterranea e briozoi Hyppodiplosia foliacea.

Unico sussulto dell’immersione, un tordo fischietto Labrus mixtus sui 35 metri di profondità, un incontro raro, peccato non avere l’obiettivo adatto montato sulla mia custodia Nauticam.

Lungo la parete ci sono sempre tantissime lenze ed esche artificiali dei pescatori di superficie che si impigliano sulla roccia e che hanno strappato quasi tutte le gorgonie gialle che popolavano questo sito che frequento da oltre quarant’anni. Andrea mi aiuta nell’operazione di recupero di qualche pesciolino artificiale.

In risalita incontro un bel paguro Dardanus calidus, nuovamente il banco di Sarpa salpa e un piccolo polpo Octopus vulgaris nella sua tana all’interno della “laguna” nella quale riemergiamo sotto la pioggia.

Rientriamo velocemente a terra e lavo accuratamente la mia attrezzatura al diving. Poi dopo aver indossato il gubbino a vento, alle 13 me ne torno sullo scooter sotto la pioggia battente, bagnandomi fino alle mutande (come quando c’è un allagamento della muta stagna). Mi infilo direttamente vestito sotto la doccia calda ma poi alle 14:30 scendo di nuovo per andare a prendere mia figlia Lidia che esce da scuola. 

Dopo pranzo mi distendo sul divano e solo nel tardo pomeriggio mi metto al computer per scaricare le foto. Mi accorgo che il Sigma 15 mm si è rotto, si deve essere svitato qualcosa all’interno. Avevo notato da alcuni giorni un rumore che faceva quando lo prendevo, ma non avevo ravvisato nulla di anomalo. Unico “sintomo” era la inspiegabile vignettatura che compariva nelle foto e che erroneamente imputavo all’oblò.

L’unica gioia odierna però mi arriva dalla Juventus Women che vince il suo  5° campionato consecutivo! Fantastiche!

 

#24 Punta del Capo con Fabio

La sveglia di stamattina è fatta dai tanti messaggi di auguri per l’onomastico che iniziano ad arrivare prestissimo. C’è un bel sole e vado a chiudere lo scafandro Nauticam. Passo a prendere la muta lasciata in garage e vado a Massa Lubrense dove mi attendono i miei amici. Al mio arrivo già ci sono i pasticcini, non mi resta che andare al bar a prendere il caffè per tutti!

Ci sono un bel numero di clienti oggi per una doppia immersione. Il programma prevede Scoglio Penna e poi Punta Campanella.
Usciamo dal porto verso le 9:40 ma lungo il cammino che ci porta verso Punta Campanella, siamo costretti a tornare indietro a causa dell’onda lunga che c’è e che renderebbe complicato immergerci su quel versante. Invertiamo la rotta e andiamo a Punta del Capo di Sorrento.

Arrivati sul punto d’immersione, io scendo con Fabio lungo la parete. Anche lui ha la fotocamera con il grandangolare e lo vedo spingersi fin quasi a 50 metri, mentre io resto una decina di metri più sopra di lui. Non trovo granché di “notevole” da fotografare oggi al di là delle belle gorgonie gialle Eunicella cavolinii; solo una miriade di lenze ed esche artificiali impigliate sul fondo. C’è anche un sandalo con un crinoide Antedon mediterranea.

Trascorriamo solo 45 minuti in un’acqua per non accumulare troppo azoto in vista della successiva immersione. Risalgo così all’interno della “laguna” per poi ritornare sul gommone. Aspettiamo il rientro degli snorkelisti che sono con Lisa e i sub che sono con Andrea e ci spostiamo a Cala di Puolo per tornare in acqua di lì a poco.

 

#20 Punta del Capo con Lisa e Vittoria

Anche oggi sono in ferie, alle 8:30 scendo di casa e vado a fare benzina allo scooter. Mentre sono pronto a partire per Massa Lubrense, squilla il telefono … è una telefonata familiare importante ed ho da risolvere una situazione imprevista … fortunatamente riesco a contattare il mio collega Amedeo che mi “sistema” la questione in un quarto d’ora, durante il quale sono in continuo “triangolo”  telefonico mentre raggiungo Marina della Lobra.

Oggi al Punta Campanella Diving c’è un gruppo di francesi; uno di loro farà una sorpresa alla sua fidanzata formulandole la richiesta di matrimonio sott’acqua … così ce ne andiamo ai Bagni della Regina Giovanna di Sorrento, il posto ideale per l’effetto sorpresa.

Gianluigi oggi è con noi in barca, Lisa guiderà l’immersione dei ragazzi transalpini, mentre Vittoria è impegnata con un’immersione “discovery” con una ragazza indiana. Approfitto dei minuti che impiegano per prepararsi per il tuffo per entrare un attimo nella “laguna”. Esco quando li vedo entrare in acqua e mi dirigo verso l’esterno scendendo sulla Punta del Capo.

Ci sono tante lenze impigliate ed abbandonate con le esche artificiali penzolanti. Ne recupero qualcuna ma devo fare attenzione a non bucare la muta stagna. In profondità c’è una rete abbandonata e più sopra c’è una rete in pesca. Al suo interno c’è uno scorfano che si agita, provando a liberarsi dalla morsa mortale delle maglie. Lo spettacolo è sempre cruento, ma ci sono delle persone che vivono con questo lavoro e quindi è giusto così.

Dopo aver effettuato una serie di scatti nell’acqua limpida, torno indietro verso la laguna dove è previsto l’arrivo di Lisa con i fidanzati.  Li anticipo e li aspetto all’interno dove c’è il sole. Lisa non mi vede ed inizia la procedura nel tunnel d’ingresso … li vedo da lontano e li raggiungo! Si è già sollevato un gran polverone e siamo al buio! Riesco comunque ad immortalare lo scambio dell’anello e la  promessa matrimonio. Usciamo all’esterno dove c’è anche Vittoria con l’indiana, risaliamo in superficie dove i due ragazzi si scambiano le rituali effusioni amorose.

Risaliamo a bordo di Marangone, c’è un bel sole adesso ma anche una leggera onda. Ci spostiamo verso Cala di Puolo preparandoci alla seconda immersione della giornata. La giornata promette bene!