Archivi tag: Enzo Latora

Banco di S. Croce con Pietro e Mimmo

Oggi sono leggermente “scollegato” con il cervello distratto dal graffio apportato ieri sera al minidome Isotta mentre montavo il Tokina 10-17 mm con il Kenko 1,4. Sono partito da casa solo con la borsa fotografica salvo accorgermi dopo qualche km di non esser passato a prendere l’attrezzatura in garage. Una volta a bordo poi, quando ho preso la bombola per indossarla, stavo scendendo con la cerniera della muta stagna aperta. Ringrazio calorosamente Maria per avermi avvisato in tempo. Siamo sul gommone del Diving Amici degli Abissi ed oggi con Mimmo Roscigno c’è anche Pietro Cremone  mentre Enzo Latora è attrezzato con il rebreather e l’iphone scafandrato. L’acqua sembra limpida, il cielo però è coperto con un mare calmissimo. Scendo per primo anticipando il gruppo, raggiungo il corallo nero e poi proseguo in cerca dello scorfano sulla parete verticale. Lo trovo dove immaginavo d’incontrarlo ed inizio a fotografarlo mentre si sposta allontanandosi dai miei flash. Vado in cerca dei miei compagni che sono in giro lungo il perimetro dello scoglio principale per fare qualche selfie con loro, infine risalgo a bordo dove Raffaele ci attende pazientemente. Torno a casa in tempo per il pranzo e per sedermi sul divano a gustarmi di derby di Torino in tv.

 

Procida Punta Pizzaco con Salvatore ed il “Brigante”

E’ la Domenica delle Palme ed in tv oggi scendono in pista le “rosse” … in Malesia, in Quatar e … a Procida! Si si, anche qui in Campania ci sono due “belve” pronte a partire: sono le custodie Isotta Isotecnic D800 di Salvatore Ianniello e Marco Gargiulo, pronte ad andare in acqua.

La giornata è magnifica con sole splendido e mare calmo. Arrivo in perfetto orario all’appuntamento al SuBaia Diving Center, nonostante l’aver dormito un’ora in meno ed il traffico lungo la statale sorrentina. Al Diving incontro tanti amici, ma la sorpresa è vedere il Brigante n°1 … Vincenzo Mario Latora … e siamo in barca insieme! Dopo una veloce navigazione verso Procida, barca e gommone pieni di sub ormeggiano sotto Punta Pizzaco. Salvatore mi guiderà sulla parete in cerca delle gorgonie e del corallo rosso, mentre Enzo ed i suoi allievi scenderanno a quote variabili, accompagnati dallo Staff del diving al completo: Edoardo, Ivana, Ornella, Lisa e Vittoria. L’acqua è torbida, con discreta sospensione, a stento vedo Salvatore farmi strada sott’acqua, dopo un breve tratto di nuoto in superficie. Raggiungiamo quasi subito la parete dove nei buchi della roccia si vedono alcuni rametti di corallo, peccato che i bianchi polipi siano quasi completamente chiusi. Salvatore mi mostra un bellissimo crinoide rosso su una gorgonia gialla, mi fermo a fotografarlo e quando finisco mi accorgo di averlo perso. Provo a cercarlo ma dopo poco desisto ed inizio la risalita anticipatamente. Salgo a bordo per primo e mi spoglio, godendo del caldo sole primaverile. Quando risalgono tutti è ora di rientrare a casa al più presto, alle 14:00 sono in auto con direzione Sorrento. Impiego poco tempo per raggiungere l’autostrada, ma un incidente mortale a Torre del Greco, mi costringe ad una lunghissima deviazione di percorso verso la litoranea, per poi fare rientro in A3 al casello di Torre Annunziata Nord. Accendo la radio ed apprendo con grande gioia della magnifica vittoria di Vettel con la sua Ferrari di F1. Rientro a casa digiuno e stremato da due ore e mezza d’auto, ma soddisfatto per la bellissima giornata trascorsa in mare. In tarda serata ancora grandi emozioni arrivano dalle rosse Ducati in MotoGP che insieme al “Dottore-Valentino Rossi” completano il podio tutto tricolore in Quatar. Proprio una grande domenica!