18 Alimathà Jetty – Immersione Notturna

Ore 18 briefing con Teseo. Ho rimontato il minidome Saga Dive ed il Sigma 15 mm, insieme ai due flash Ikelite. Saliamo in barca e raggiungiamo il pontile di Alimathà, ci sono più di 10 dhoni oltre il nostro, carichi di subacquei, una stima approssimativa di 250 sub in acqua!

Entro in acqua con Marco, Giulia e Walter e siamo soli, senza guida. Saltiamo per ultimi e questo ci crea il problema di essere spostati dalla corrente rispetto al punto prefissato. Raggiungiamo il fondo dove si sono numerosi carangidi in caccia tra le rocce e la sabbia. Squali nutrice non se ne vedono e proseguiamo sospinti dalla corrente. Ci imbattiamo in una coppia di nutrice intenta alla riproduzione, con uno spettatore in attesa di entrare in gioco anche lui. Ahimè sono sopra corrente rispetto al terzetto e per non finirgli contro sono costretto a deviare a sinistra passando davanti a Marco che stava fotografando, mandandomi a quel paese … mi scuso spiegandogli l’accaduto. Proseguiano ancora la la distesa sabbiosa è priva di presenze, solo qualche carangide, decidiamo quindi di risalire e tentare di ritornare al jetty sfruttando il passaggio di una delle barche d’appoggio presenti nel canale.

Così facciamo. Io, Marco e Giulia veniamo recuperati da una barca di russi, mentre Walter sale su un dhoni di filippini. Ci facciamo riportare al punto esatto di partenza e tentiamo un nuovo tuffo. Raggiungiamo il pontile dove c’è un’orda di sub con le lampade accese, troviamo anche Teseo con la sua lampadina fuxia, che ha terminato la visita con il suo gruppo. Noi restiamo ancora e riusciamo a vedere alcuni nutrice, dei pinnanera e pinnabianca e qualche razza. Guardando verso la superficie si vede un enorme agglomerato di nutrice di una quarantina di esemplari, bellissimi, volteggiano nei pressi della superficie, con i bianchi ventri illuminati dalle lampade dei sub che sono sotto di loro. La tentazione di andare a fotografarli è enorme, ma per evitare una “gang-battle” subacquea, me ne risalgo con i miei amici in superficie e dopo poco veniamo identificati dalla Ocean Dive, il nostro dhoni e riportati alla barca che è in rada vicino all’isola.

A cena ci aspetta la pizza, le patatine ed il pollo fritto, siamo felici come bambini, alla fine della festa arriva anche il gelato! Siamo abbastanza “cotti”, ma soddisfatti, non resta che proseguire la serata scaricando le foto scattate, pronti poi per l’ultimo giorno di crociera, che ci riporterà a Malè.