Archivi tag: Pandea conica

Pellaro con Domy, David, Cristina ed Umberto

Suona la sveglia alle 7, chiamo Lidia ci vestiamo ed andiamo a fare colazione in terrazza dove ci attendono David & Cristina,  c’è ancora molto vento e bisogna far abbassare le tende al cameriere per far sì che non voli tutto via dal tavolo.

Rientriamo in camera e prendiamo le attrezzature, non ho smontato nulla nè scaricato le foto di ieri sera, ho lasciato la stessa configurazione con Sigma 15 mm, minidome Zen e flash Ikelite DS161 sulla Nauticam NA-D850. Mentre siamo in auto ricevo alcune telefonate di lavoro, anche se sono in ferie non posso trascurare i miei “clienti”, fortunatamente sono tutte cose differibili, delle quali mi occuperò nel pomeriggio, adesso ho da fare!

Raggiungiamo il punto d’immersione e ci vestiamo, attraversiamo il piccolo tratto tra le foglie e raggiungiamo la spiaggia dove ci immergiamo. Scendiamo sul sabbione per fotografare una coppia di bavosa ocellata che hanno deposto le uova in una Pinna nobilis morta mentre David, con l’obiettivo macro, andrà in cerca di un piccolo esemplare della rara cernia di Aifa che alberga all’interno di un’altra nacchera morta. Appena scesi in acqua Domy mi mostra una piccolissima medusa Pandea conica, una creatura piccolissima che fotografo a stento con il minidome, mi raccontano che i giorni passati ve n’erano a centinaia, questa è l’unica che ho visto qui e per la prima volta in vita mia. Troviamo subito la prima nacchera ma dentro c’è solo il maschio a difesa delle uova. Cristina resta con me ed approfitto di lei per qualche scatto, mentre Domy e David vanno a cercare la cerniotta. Il pesce entra ed esce dalla conchiglia, migliaia di “perline” si scorgono all’interno delle valve, con i piccolissimi occhi dei nascituri ben visibili. Ci spostiamo e raggiungiamo la seconda nacchera dove David è intento a scattare foto alla piccola cernia. Non posso resistere comunque a scattare con il minidome qualche immagine, ma spero di poter ritornare anch’io con la lente macro.

Rientriamo alla base e dopo aver steso l’attrezzatura al diving e sistemato un flash di David che aveva un banale ma importante problema con una vite, ci fermiamo a mangiare a casa di Domy che, per l’occasione speciale, tira fuori … il capocollo di famiglia! Un grande onore mi è stato concesso, il prezioso salume viene consumato solo con i veri amici! 

Viene anche “sacrificata” una colomba al cioccolato che sembrava inizialmente non interessare a nessuno … invece si è “volatilizzata” dopo poco! Ritorniamo in camera e prima di un riposino, mi dedico alle faccende lavorative che avevo lasciato in sospeso, più tardi si torna in acqua  per l’immersione notturna.