Archivi tag: Numana

Due Sorelle con il GURU

Dopo qualche giorno trascorso a visitare Loreto, Recanati, Camerano e le sue grotte sotterranee, finalmente torno in acqua con  il mio amico Marco Giuliano. Appuntamento alle 7:30 in ufficio dal GURU dove monto la fotocamera lasciata sabato sera, per effettuare delle foto macro. Prendo il tutto e mi trasferisco al gazebo sulla spiaggia dove vado in cerca della mia attrezzatura …. che non è al suo posto! Maledizione, dov’è finita? È stata spostata? Dove?

Non sono abituato a tanta efficienza … Martina, dello Staff del Centro Sub Monte Conero ha già preso la mia cesta e un monobombola è pronto vicino ad essa. Uno spettacolo! Solo qui puoi trovare tanta efficienza!

Arrivati al porto ci sistemiamo sul gommone arancio e siamo proprio in tanti, così come sono tante le guide che mette a disposizione il Centro Sub Monte Conero, una ogni 2-3 subacquei, una vera finezza! So di essere un cliente priviliegiato, grazie all’amicizia di Marco, lo avrò come guida personale, una garanzia di successo! Scendiamo subito sul relitto Potho alle Due Sorelle e ci dirigiamo senza fermarci per svariati minuti nell’acqua torbida verso sud, dove Marco sa bene cosa vorrei fotografare …. si ferma all’improvviso e voilà! Il gambero fantasma è sotto i miei occhi! Mentre lo fotografo, però, continuano i problemi alla maschera nuova che si appanna di continuo. No problem … ci scambiamo le maschere e sono di nuovo operativo al 100%. Terminato lo shooting fotografico gli rendo la maschera e proseguiamo. Mi mostra successivamente una coppia di Aeolidella alderi ed una Haliotis lamellosa, nonchè un Cereus pedunculatus rosso e svariati granchi Inachus. Lo seguo senza perdere mai di vista il suo specillo, pronto a mostrarmi un nuovo soggetto da fotografare. Al termine dei 60′ programmati, risaliamo a bordo per tornare in porto ed al diving. Saluto tutti rapidamente per andare al mare con la famiglia a Porto Potenza Picena, lì ci attendono per pranzo,  gli amici Francesco, Cinzia, Lorenzo ed Andrea, conosciuti all’Argentario un mese fa, per trascorrere una giornata di mare e relax fino a tarda sera.

Due Sorelle con il GURU – Immersione Notturna

Si parte per una piccola vacanza “non programmata” direzione Numana. Sveglia ore 6:00, tutti pronti in auto alle 7:15  …. il viaggio è lungo ma confortevole, avendo deciso di prediligere l’itinerario autostradale.

Raggiungiamo Numana alle 13:00 e, dopo aver abbracciato affettuosamente l’amico Marco Giuliano presso il Centro Sub Monte Conero, andiamo a sistemarci al primo piano della villetta che ci ha “trovato” senza preavviso la settimana di ferragosto!

Per rilassarci dal lungo viaggio, scendiamo in spiaggia nei pressi del Diving, dove ci scateniamo tra le onde mosse dal vento. In serata il vento calma e subito il mare torna piatto …. l’ideale per una bella immersione notturna alle Due Sorelle.

Alle 19:30 raggiungo il gruppo di corsa, essendomi attardato al supermercato … ho preso dalla borsa il 60 micro nikkor ma la telefonata del GURU mi suggerisce un cambio di programma …. minidome Isotta e nikon 10.5 mm. C’è la luna piena infatti, potrebbe verificarsi il “parto” delle Granseole ed è un occasione da non perdere!

Partiamo dal diving  alla volta del porto e carichiamo le attrezzature sul gommone. La serata è calda e piacevolissima. Raggiungiamo il sito d’immersione al crepuscolo, iniziamo l’immersione con ancora un poco di luce. Seguo Marco a strettissima distanza, data la visibilità non ottimale dell’acqua.  Inizia la ricerca …. sembra non essere una serata particolarmente frequentata, poi d’improvviso iniziano gli incontri. Tante granseole ma ahimè nessuna pronta al rilascio delle uova, forse è già terminato il periodo fertile. Intanto Guro mi mostra alcune piccole cicale e gamberi, così come un piccolo gronco nascosto nel suo buco.

Si conclude una bella giornata di mare. Stanco della giornata, risalgo in collina a piedi per raggiungere la mia famiglia che mi attende in giardino per la cena.

2013-07-20 Numana Sassi Neri

Ad ora di pranzo ci raggiungono da Roma anche David e Maria Cristina. Faccio un salto in hotel per posare i due flash Inon Z240, completamente scarichi e prendere i due Substrobe S200 per proseguire il mio personale safari fotografico!

Alle 14:30 torniamo in mare ai Sassi Neri, dove siamo stati in notturna …

Questa volta sulla radura sabbiosa incontriamo un grosso granchio che, disturbato, ci mostra le sue potenti chele, mentre spostandosi solleva una nuvola fangosa impenetrabile alla vista!

Questa volta facciamo un giro più veloce dedicato ai crostacei; Marco mi mostra prima una Galatea squamifera, poi un astice in tana, una Parthenopae sp. ed infine uno stranissimo granchio facchino, dal corpo piatto ed allungato, portare a spasso una spugna Condrosia reniformis.

Incontriamo nuovamente una piccola seppia e in una spaccatura fangosa, un piccolo ghiozzo.

Ormai al termine dell’immersione, mi dedico alle innumerevoli Sepule che ricoprono il substrato, unitamente alle attinie Cereus pedunculatus, onnipresenti sulle rocce del fondale nelle varianti cromatiche rosse, gialle brune e zebrate, pronte a richiudersi nel momento in cui avvertono la presenza umana.

Esausto ma soddisfatto, rientro in hotel, concedendomi una lunga doccia ristoratrice, prima di andare a cena, presso il ristorante Mafalda, ad ammirare il tramonto insieme agli amici subacquei, in località Poggio di Sirolo, sulle pendici del Monte Conero.

Mangiamo divinamente e tra le risate ed il vino del Conero, giunge l’ora di andare a dormire, pronti per l’ultimo tuffo mattutino prima di ritornare a casa.

Durante la notte, alle 3:32 un forte sussulto mi sveglia improvvisamente … una scossa di terremoto con epicentro Numana, riversa i cittadini in strada … non mi scompongo più di tanto, mi alzo, stacco le batterie ricaricabili dall’alimentazione di rete e le sistemo all’interno dei flash, poi assemblo la fotocamera per l’indomani richiudo i bagagli per la partenze e ritorno nel letto. Subito riprendo sonno, fin quando, verso le 5:50 sono svegliato nuovamente da una scossa più debole. Continuo a dormire fin quando la sveglia mi richiama all’appuntamento inderogabile al Bar con Marco e Rossella previsto per le 7:00.

Approfitto allora per inviare un sms rassicurante a casa, per evitare allarmismi non appena avrebbero appreso la notizia su SKYTG24!

Decido allora, di partire subito per fare rientro anticipatamente a casa, saltando ahimè l’immersione mattutina al relitto Potho, conscio delle nuove bellezze che mi avrebbe mostrato il mio amico Marco, pur di tornare a casa ad abbracciare la mia famiglia per portarla al mare.

Un w.e. a Numana con il GURU lo si porta per sempre nel cuore …

Grazie amico mio, non esiste al mondo una guida più in gamba di te!

Durante le lunghe ore in auto, la mia mente resta così intrappolata al pensiero della futura passeggiata nel misterioso e ricco Mare Adriatico …

2013-07-20 Numana Relitto Nicole

Alle 10:30 siamo già pronti per un nuovo tuffo alla Nicole. Questa volta riproverò a fotografare la piccola ciprea sulle gorgonie, nella speranza di incontrare nuovamente la coppia di pesce balestra.

Questa volta riesco ad essere meno invasivo e, grazie allo “specillo” regalatomi da Marco, riesco a restar fermo sul fango senza sollevare ulteriore sospensione, oltre a quella naturalmente presente nel luogo. Sui rami ce ne sono due, nei momenti più favorevoli è possibile incontrarle accoppiate sullo stesso rame intente a deporre le uova.

Esploriamo la nave in cerca di nudibranchi e, tra le cozze, le ofiure e gli Epizoanthus,  si nuovono migliaia di bavose, ghiozzi, triglie e boghe. All’improvviso da uno dei cassoni della nave, viene fuori un branco di grossi muggini che si allontana prontamente. Granchi rossi, neri, piatti e allungati … ce ne sono per tutti i gusti … sopra uno di essi, una flabellina passeggia indisturbata. Una situazione bellissima da immortalare prontamente, prima che sia troppo tardi!

Guru è instancabile, mi chiama per mostrarmi una piccola Dromia dall’insolito colore bianco, con il suo prezioso “carico”, una spugna bianca corredata da una microscopica ofiura.

Intanto giunge l’ora della Berthellina sp., dal colore giallo, che passeggia sul “letto” dei nerissimi mitili.

A questo punto dell’immersione, abbandoniamo la nave e ci dirigiamo sul fango in cerca di molluschi gasteropodi a spasso sul fango. Rinveniamo numerose tracce ma questa volta non riusciamo a trovare nulla di interessante, gli esemplari probabilmente sono infossati troppo profondamente nel fango per essere osservati.

Ritornati alla prua della nave, ci guardiamo intorno per controllare l’eventuale presenza della coppia di Balistidi, ma questa volta non siamo fortunati, in compenso, prima di lasciare la nave mi dedico ad una bavosa cornuta che si nasconde tra le valve dei gustosi mitili.

La giornata non è finita, il tempo di rientrare a terra, un veloce pranzo sulla spiaggia nei pressi del Diving mentre lo staff ricarica le bombole e organizza l’uscita pomeridiana, che è già tempo di uscire di nuovo in mare!

2013-07-20 Numana Le Due Sorelle – Relitto Potho

Riprendersi dopo una serata del genere non è semplice … ma a Numana non c’è di che rilassarsi … ore 7:00 sono al bar con Marco e Rossella per la prima colazione, pre-immersione alle Due Sorelle, gli scogli caratteristici del luogo, dove è affondato il relitto Potho.

Alle 7:30 è già tutto pronto sul furgoncino tricolore, grazie all’efficientissimo Staff del Centro Sub Monte Conero che non ci lascia nemmeno muovere un dito, bisogna solo vestirsi e raggiungere a piedi il gommone all’interno del porto. Partiamo fulminei alla volta del punto d’immersione per essere sicuri di raggiungerlo prima di altri subacquei. A colazione ho fatto la mia “ordinazione” … il menù di oggi prevede … gambero fantasma e tanti nudibranchi, tra cui la Cromodoris luteorosea che mi manca anch’essa da anni!

Appena ormeggiati alla boa ci tuffiamo, Marco nel briefing mi ha detto di seguirlo senza fermarsi … per 4 minuti! Sorvoliamo infatti sui resti della nave Potho, di cui residuano le caldaie ed un’elica di scorta, il restante materiale è stato, in epoca, recuperato dalla popolazione per ricavarne metallo pregiato da vendere.

Siamo subito in cerca del Pereclimenes ed io sono sicuro che Marco saprà trovarlo … all’improvviso si ferma ed inizia a cercare tra i sassi e le attinie … per la prima volta lo vedo titubante … mi lascia sul posto a fotografare una Spurilla sp. e dopo poco, su una parete rocciosa, mi mostra il piccolo crostaceo. Sono al settimo cielo mentre mi sale il rimorso di aver dubitato del mio “segugio”!

Lasciato il piccolo animale, inizia la ricerca dei nudibranchi … tra le onnipresenti cozze riesce a scovare, uno dopo l’altro, una interminabile serie di Doridi, rossi, gialli ed infine quello rosa a pallini! Sono più felice di un bimbo in un negozio di caramelle, non resta che prendere quella dal colore più bizzarro!

Sono così frastornato da tali coloratissime creature marine, da penalizzarne involontariamente il risultato fotografico.

Ancora una volta, dopo un giro lunghissimo privo di riferimenti, mi riporta alla boa dove per finire, mi mostra un nudibranco giallo non ben identificato!

Che dire, non resta che attendere la successiva indimenticabile emozione!

2013-07-19 Numana Sassi Neri – Immersione Notturna

Alle 19:30 ritorno al diving dove incontro l’amico Roberto Spinsanti, siamo tutti pronti per l’immersione notturna delle ore 20:30. Si parte in gommone per il sito Sassi Neri quando la luce del sole è ancora visibile all’orizzonte. Il GURU Marco Giuliano è come sempre precisissimo nel suo briefing, illustrandoci nel dettaglio il percorso subacqueo e … cosa avremmo incontrato! Chi non conosce bene Marco non può immaginare la sua padronanza di ogni metro quadro di fondale del Monte Conero; la maestria con cui si muove tra i sassi senza alcun riferimento visibile ai comuni sub-mortali, è semplicemente disarmante …. al buio, nell’acqua torbida …. non resta che seguirlo ciecamente, incollato alle sue pinne!

Siamo scesi da meno di 30 secondi sulla radura sabbiosa quando immediatamente mi mostra una piccola seppia, mentre scatto le prime foto, a poca distanza mi segnala un nuovo incontro … un gioiello! Un minuscolo pesce prete, grande 2cm! Mi avvicino ed inizio a scattare, ben presto l’acqua diventa inguardabile per la sospensione sollevata e lo perdiamo di vista.

Proseguiamo ed è un succedersi di incontri … crostacei delle più svariate specie, Maja, Dromia, Macropodia sono abbondantissimi, molti di essi hanno l’addome carico di uova, con tanta fortuna è possibile trovarne una coppia “abbracciata” pronta per la fecondazione ed assistere alla liberazione della progenie in diretta! Riusciamo a “beccarne” una, attendiamo qualche minuto sperando che si possa verificare il magico evento, poi proseguiamo. Marco allora mi mostra un granchio testa di morto! Sono felice perché ne avevo visto uno a Marina Grande di Sorrento, questo inverno, dopo tanti anni di assenza, ma non ero riuscito a fotografarlo. Mentre scatto il GURU mi chiama ancora con la sua potente torcia … questa volta è una coppia di Ilia nucleus, che si fronteggiano con le chele aperte. Non sono nella pelle … e nemmeno nella muta!

In qualsiasi altro posto del mondo, escluso Lembeh, tutti questi incontri potrebbero essere eccezionali … a Numana succede ancor di più!

Proseguiamo tra i sassi e le balze di roccia quando Marco mi mostra alcune magnose adagiate al di sotto di una rientranza della roccia. Anch’esse non le vedevo da decenni! Dopo poco una Dromia con una spugna gialla caricata sul dorso ed infine, in una spacca, un enorme astice mediterraneo, che non avevo mai visto dal vivo! Sono passati oltre 60 minuti, l’aria nei monobombola da 10L è quasi finita, Marco incredibilmente ci riporta alla catena della boa! Incredibile … spengo i flash ed inizio a riguardare le foto sul display quando una luce mi avverte dal basso … riscendo con le ultime 50BAR che residuano … ancora un astice, questa volta più piccolo che passeggia sul fondo … lo seguo fino a superarlo, inizio a fotografarlo mentre si muove verso di me, spinto dal gruppo di subacquei che lo ha scoperto a passeggio sul fondo. Mi urta quasi l’oblò piano, prima di deviare verso una spaccatura dove rifugiarsi per il resto della notte.

Un’emozione del genere resta indelebile nella mia mente, un qualcosa da raccontare agli amici nei periodi di lontananza forzata dal mare!

La serata si conclude amabilmente, davanti ad una gustosa pizza presso un ristorantino direttamente sulla spiaggia di Numana.

2013-07-19 Numana Relitto Nicole

Let’s go MUCK (DIVE)! Finalmente oggi, nel primo giorno di ferie estive, mi concedo un w.e. tutto dedicato alla fotosub in uno dei posti più interessanti biologicamente del Mar Mediterraneo, la Riviera del Conero con le sue strepitose immersioni guidate dal Dive Buddy N.1 al mondo …. il mio amico Marco Giuliano!

Sveglia alle 5:30, alle 6:00 sono in auto e dopo due soste e una inopportuna deviazione sulla litoranea, suggerita dal navigatore satellitare, raggiungo Numana el il Diving Monte Conero alle ore 12:00. Abbraccio fraternamente il GURU ed andiamo a mangiare un boccone in compagnia dei clienti che usciranno con noi nel pomeriggio.

Alle 14:30 siamo già su Nerone, il gommone di 8 mt che ci porta rapidissimi alle boe di ormeggio, situate sulla prua del relitto. Ho l’altissimo onore di essere scortato passo passo alla ricerca dei bellissimi organismi presenti in questo sito. Subito ci accoglie un pesce balestra, non a tiro per essere fotografato a dovere, scendiamo verso il fondo dove tra le gorgonie di fondale, Marco mi mostra una bellissima Simnia spelta ed un granchio Macropodia. Non sono ancora caldo abbastanza ed alzo un enorme polverone che rende le foto inguardabili. Fortunatamente correggo l’assetto e comincio ad ingranare …. una coppia di granchi in amore, poi una nuova Macropodia adagiata su una lamiera, ghiozzi, paguri, lumache, e sulle superfici verticali tra le cozze, bavose, granchietti, nudibranchi e platelminti. Anche un piccolissimo esemplare non ben identificato. Quando ormai l’aria nelle bombole è quasi terminata, ritorniamo alla catena di ormeggio dove questa volta si vedono due pesci balestra nuotare tra i cefali e le boghe, presenti a migliaia nell’acqua insolitamente limpida per Numana. Adesso solo un breve riposino in camera prima di tornare in acqua stasera per una notturna ai Sassi Neri.