Archivi tag: Camping Santa Fortunata

Camping S. Fortunata con Monica e Mimmo

L’onda lunga mi suggerisce una colazione leggera, non vorrei soffrire di mal di mare! Raggiungo il diving senza essere certo di poter uscire per l’immersione. Qui trovo Edo, Gianluigi, Rosy, Virgilio, Mimmo & Monica. Il cielo migliora con il sole che viene fuori dalle nuvole, decidiamo di uscire lo stesso con direzione Sorrento, dietro Punta del Capo dove la risacca è minore. La navigazione procede veloce tra le enormi onde fin quando raggiungiamo il punto d’immersione, nei pressi del Camping Santa Fortunata. Ci immergiamo lungo la parete ed andiamo in cerca di soggetti adatti ai nostri obiettivi per macrofotografia, Edoardo ed io siamo attrezzati con il 105 micro, mentre Mimmo ha montato il 60 mm. Il Prof. trova subito una coppia di Flabellina babai che poi mostra a Edo, i due si trattengono a fotografarle mentre insieme a Monica vado in cerca di gamberi tra i crinoidi. Finalmente trovo qualcosa di interessante, una coppia di Umbraculum lungo la parete rocciosa. Non riesco a fotografarli come avrei desiderato a causa della scomoda posizione dall’alto in cui mi sono dovuto sistemare per fotografarli frontalmente e del ristretto campo fotografico del mio teleobiettivo. Proseguiamo l’immersione lungo la parete fin quando Ivo non viene a riprenderci con il gommone appena tornati in superficie. Come sempre, anche quando le condizioni meteo non sono ottimali, il mare svela i suoi segreti.

 

2013-08-12 Camping & Punta Lauro

Dopo il tuffo effettuato alle Isole Canarie, torno nel mio mare per immergermi con Lorenza. Oggi è in programma una doppia immersione con il Diving Futuro Mare della neo-mamma Mariangela, con appuntamento alle 9:00 al porto. Scendiamo con lo scooter e scarichiamo le attrezzature sulla Ligeia, già pronta in banchina, attendiamo l’arrivo del gruppo di clienti stranieri e di quelli indigeni e poco dopo salpiamo alla volta della Punta del Capo. Saremo divisi in due gruppi, il primo con a capo Andrea, si dirigerà più in profondità verso le gorgonie rosse presenti sotto il Camping Santa Fortunata, il secondo, di cui fa parte Lorenza, sarà guidato da Antonio e ci seguirà a quota più bassa. L’acqua è molto limpida per il periodo, consente una buona visibilità orizzontale e verticale. Raggiungiamo quasi subito l’albero sommerso, ormai incrostato di briozoi e completamente integrato nel fondale coralligeno dell’area. Qui è possibile incontrare svariati nudibranchi o platelminti, tra i quali alcune enormi flabelline. Sulle Axinella sono abbondanti i Parazoanthus axinellae mentre sulla roccia è un fiorire di serpule e protule. Due scorfani rossi in rapida sequenza ed un maschio di Apogon imberbis intento a custodire in bocca le uova. Mi trattengo più del dovuto a fotografarlo, quando infine Andrea viene a “sollecitare” la mia risalita.

Ci spostiamo con la Ligeia verso la Baia di Puolo, dove ci tratteniamo al largo per un bagno, in attesa di prerararci per la seconda immersione. Verso le 12:00 siamo di nuovo tutti pronti in due gruppi. Anche questa volta seguirò Andrea in alcune grotte all’interno della Punta Lauro, mentre Lorenza effettuerà il giro classico dall’esterno verso l’interno della baia. L’ingresso è stretto ma si apre rapidamente in una discreta cavità dove c’è posto per quattro subacquei. E’ piena di gamberi e cipree, briozoi, serpule e protule. Nelle fenditure più strette, sul fango si vede qualche ghiozzo leopardo insieme ad alcuni Stenopus. All’uscita del tunnel in alto sopra la mia testa, un incontro ormai raro nel nostro mare, il Cymathium parthenopaeum, perfettamente mimetizzato sulla roccia. All’uscita due sciarrani “puntano” un polpo fuori tana mentre nel blù frecciano alcuni tonnetti. Abbondanti le salpe ed i saraghi, così come le cernie brune e dorate; è un vero piacere percorrere la parete ed ammirare così tanto pesce. Solo allora ci ricongiungiamo al gruppo di Antonio dove Lorenza è entusiasta per aver contato ben 13 piccole cernie.

Ancora una bella giornata di mare, questa volta condivisa con la mia amata Lorenza, che rende l’evento ancor più speciale!

2011-08-28 Sorrento Camping Santa Fortunata

Ultimo sopralluogo previsto per oggi … il 31° Campionato Italiano Safari Fotosub è alle porte; solo tre giorni e … le gambe tremano! Oggi sarei andato a sistemare un cartello subacqueo di divieto d’ingresso alla grotta della Cala di Mitigliano se il mare lungo me lo avesse concesso! Bisogna ripiegare dietro la Punta del Capo, dove l’onda è leggermente inferiore, speriamo si calmi per i prossimi giorni! E dire che fino a ieri, il mare era stato calmissimo e incredibilmente limpido per il periodo. Scendo in acqua mentre il cielo è ancora coperto da fitte nubi, anche la temperatura ambiente si è abbassata, mentre quella dell’acqua resta particolarmente calda fino in profondità. In barca ad assistermi, nonno Enrico e nonna Rosaria in compagnia della nipotina Lidia, sveglia come me, già dalle 6:30. L’acqua è velata da molta sospensione e l’onda lunga si sente fino a oltre 10 metri. Effettuo qualche altra prova con i nuovi flash INON z240, per correggere alcuni difetti. Alla fine della giornata, sono abbastanza soddisfatto. Rientrato a casa, un riposino e poi a casa dei miei per un primo briefing organizzativo!

29 dicembre 2010 Camping Santa Fortunata

Il memorabile anno 2010 volge al suo termine … urge salutarlo adeguatamente con un tuffo! Stamattina appuntamento “comodo” sotto casa di papà con Arturo, alle 9:30 siamo pronti per scendere al porto, peccato per il mal di gola che costringe mio fratello a desistere. Alle 10:00 siamo già in navigazione verso la Punta del Capo di Sorrento sulla nostra Armarc, destinazione il Camping Santa Fortunata, dove mi immergerò alla ricerca di qualcosa per il mio acquario mediterraneo. Il mare è calmo, il cielo sereno e splende un bel sole, ma la giornata è comunque fredda, in Italia ed in Europa il ghiaccio e la neve sono abbondantissimi. Colgo l’occasione per inaugurare la stagione invernale indossando la muta stagna, peccato per la zavorra leggermente insufficiente oggi che sono senza fotocamera! Poco male, risalgo e mi faccio passare qualche chilo da aggiungere nel GAV. L’acqua non è limpida come sperato, nel porto sembrava limpidissima. Scendo subito sui -30 mt. poi proseguo in direzione del Borgo di Marina Grande di Sorrento. Una bella passeggiata, da segnalare un bellissimo cavalluccio marino ed una Peltodoris atromaculata con il suo ciuffo branchiale estroflesso. Peccato aver lasciato la fotocamera in barca! Soddisfatto dopo oltre 90′ risalgo in barca a godere dello splendido sole!

Bye Bye 2010 :mrgreen:

Welcome 2011 😛

29 marzo 2008 Camping Santa Fortunata

Finalmente stamane, dopo più di un mese piovoso a dismisura, una giornata primaverile! Mare calmo, sole e una barca a disposizione tutta per me! Oggi infatti ho pregato l’amica Mariangela per accompagnarmi finalmente a raccogliere qualcosa per il mio acquario. Così ci siamo visti alporto alla solita ora e subito siamo partiti alla volta della Punta del Capo, in particolare nell’insenatura dove si trova il Camping Santa Fortunata. Qui il fondale scende gradualmente ed è ricco di rocce coralligene, ideali per popolare l’acquario. A bordo a farmi compagnia il mio papà Enrico, che si è goduto il caldissimo sole. Con me non ho portato la fotocamera, dato che sarebbe stato troppo difficoltoso fotografare, d’altronde l’acqua non era delle migliori a causa delle abbondanti pioggie. Solo qualche bella perchia e una miriade di castagnole che volteggiavano intorno a me. Al rientro, il divertimento di sistemare le rocce in vasca per creare un ambiente marino il più possibile fedele alla realtà.