Archivi categoria: Sea & Sea YS D1

Punta Secca di Giannutri

Godere  delle bellezze del Monte Argentario senza condividerle con la famiglia è un delitto … e allora oggi usciamo tutti insieme sull’Abracadabra con direzione Giannutri. Il mare è calmo anche se c’è un po di vento ed il cielo a tratti è oscurato da qualche nuvolone. Raggiungiamo in circa 30 minuti l’isolotto e ci prepariamo alla prima immersione a Punta Secca. L’acqua è limpida e dalla superficie si vede distintamente il fondo con la sabbia e le chiazze di Posidonia oceanica. Iniziamo a nuotare verso il largo sorvolando la radura con tante nacchere Pinna nobilis fino a raggiungere la falesia che scende verticale vero il basso. Qui incontriamo due grossi scorfani ed un grongo nella sua tana con i gamberetti pulitori, poi mi dedico a fotografare i tanti sargassi presenti nella pianura mentre il gruppo di subacquei tecnici sfreccia davanti a noi trascinati dai veloci scooter. Risaliamo in barca e facciamo un veloce spuntino mentre sostituiamo le bombole. Ci spostiamo di poco con la barca per raggiungere il secondo punto d’immersione, la Secca di Punta Secca, dove ormeggiamo alla boa bianca. Scendiamo lungo la cima con una ricciola che si avvicina curiosa, prima di prendere il largo. Tra le alghe trovo un raro riccio melone poi una Aplysia punctata.  Alex ci conduce poi sotto la barca dove a 10 metri di profondità, in una piccola grotta piena di Apogon imberbis, albergano ben quattro cernie, tra le quali una veramente grande. Mi fermo a lungo scattando nella speranza di riuscire ad immortalare i serranidi tutti insieme, coperti dal muro di rossi pesciolini. Aspetto anche l’arrivo di Lorenza per mostrarle le grandi cernie, poi risaliamo a bordo della barca dove Lidia e Mariolina stanno facendo i bagno tra le occhiate che volteggiano in cerca di cibo caduto dalla barca. Immancabile l’arrivo di un bel piatto di pasta, anzi due diversi, per soddisfare il palato di tutti! Termina così una magnifica giornata di mare e domani si replica!


Grotta di Mitigliano con Lorenza

Si torna in mare con la famiglia, a bordo dell’Armarc ci dirigiamo verso la Cala di Mitiglino, dove ho intenzione di immergermi per visitare la grotta. A bordo con me, Lidia e Lorenza, insieme a mio fratello Arturo, mia madre e mia nipote Elena. Raggiungiamo la baia verso le 11:00 e ci fermiamo nei pressi della cavità. Mi immergo da solo, in cerca dei brachiopodi, per poi ritornare in barca e riscendere con Lorenza. L’acqua è abbastanza limpida, ma spreco 50 bar per raggiungere la parete dopo aver sbagliato direzione. Finalmente entro nella grotta dove incontro svariati paguri e granchi Herbstia condyliata. Entro ancora e nello stretto passaggio incontro una torpedine. Mi avvicino ma è troppo  attaccata alla parete rocciosa verso la quale sbatto con i lunghi bracci dei flash. Vorrei farla spostare per fotografarla di faccia, ma ho paura di prendere la scossa. Si sotterra dopo poco e la lascio lì, dirigendomi verso la parte totalmente oscura. Qui subito incontro una brotula Oligopus ater, con l’addome insolitamente molto rigonfio. Inizio a fotografarla e dopo poco dall’altro lato della cavità osservo un altro esemplare …. un maschio! Allora l’altro pesciolino deve essere una femmina gravida! Provo allora a fotografarli insieme ma non riesco nell’operazione a causa del sedimento che si è sollevato. Ritorno fuori ed incontro una piccola corvina in una profonda spaccatura. Esco e vado di nuovo in cerca della torpedine, ma invano. Ritorno in barca, cambio obiettivo montando il 50 mm rovesciato e  scendo insieme a Lorenza per un nuovo tuffo. Le chiedo se ha voglia di visitare la parte semioscura della caverna. Mi conferma la sua intenzione e quindi entriamo mano nella mano. Le mostro ogni angolo della grotta facendole notare il cambiamento di biocenosi sulle pareti che diventano sempre più spoglie e decolorate. Le mostro i paguri ed i granchi e poi usciamo di nuovo fuori. Proseguiamo lungo la parete per un tratto, poi, quando la mia aria è termina completamente, Lorenza mi passa il suo erogatore di scorta e proseguiamo “abbracciati” l’un l’altro, fin quando il freddo e la fame non ci invita a risalire.

Una bella giornata di mare non può che essere conclusa con un grande bagno con la mia piccola Lidia che mi ha atteso a lungo in barca e con un riposino al sole durante la navigazione di rientro in porto.

Baia di Puolo con Fabio

Dopo alcuni mesi, oggi vado a Puolo in acqua con l’amico Fabio Russo. Passo a prenderlo sotto casa alle 8:00 dopo aver accompagnato mi figlia Lorenza a scuola. Arriviamo in spiaggia a Puolo per primi, il cielo è leggermente coperto e non c’è nessuno ancora in giro, nemmeno il parcheggiatore. Il mare è calmo e l’acqua sembra più pulita rispetto a qualche giorno fa.  Oggi andremo dall’altro lato della baia, verso il molo,  sorvolando il sabbione in cerca della “gallinella” avvistata ieri da Fabio. In profondità la visibilità dell’acqua è notevolmente migliore. Riusciamo sui 30 mt finalmente ad avvistare il pinnuto, subito infatti Fabio mi segnala di avvicinarmi. Il cappone purtroppo si mantiene a distanza, “volando” sul fondo sabbioso tenendosi distante dal minidome in cui è custodito il Nikon 10.5 mm. Lo perdiamo dopo poco ma poco distante ne trovo un altro, anch’esso particolarmente timoroso, pronto a librarsi lontano dai nostri flash. Decidiamo di rientrare perché Fabio è a corto di aria, in prossimità della spiaggia trovo una stella Astropecten morta con un murice all’interno che se ne sta cibando. Qualche centimetro più in la un serpente di mare ben nascosto nella sua buca sabbiosa. Siamo ormai a terra, ma ho ancora molta aria per cui decido di ritentare una sortita in cerca di “Alice”, la rana pescatrice. Sorvolo la zona dove l’ho incontrata con Mimmo e dopo alcuni minuti, finalmente la vedo dall’alto! Mi fiondo su di lei ed inizio a scattare, assecondandola nei suoi movimenti, ma sempre speranzoso che possa aprire e spalancare l’enorme bocca. Scatto a ripetizione fino a quando i miei flash sono esausti e l’aria ormai scarseggia. Rientro a terra soddisfatto per aver incontrato ancora la mia nuova amica!