Archivi categoria: Antonio Mario

Torre Vado Relitto con Lorenza, Antonio e Gianmarco

Stamattina la sveglia non suona presto e possiamo scendere tutti insieme a fare colazione in hotel. Dopo il giorno di stop di ieri per il meteo avverso, dedicato ad una visita a Otranto, oggi si torna in acqua nel pomeriggio con i miei amici del Poseidon Team A.S.D., Antonio Mario e Gianmarco Giordano.

Mi raggiungono con le famiglie per le 14:00 in spiaggia e dopo pranzo ci spostiamo al diving per prendere le attrezzature e raggiungere la barca in banchina.

Alle 16:00 ci muoviamo per andare al relitto Tefvik Kaplan I che si trova a poca distanza dal porto di Torre Vado. Il vento è ancora sostenuto e c’è ancora onda, ma si può andare in acqua in sicurezza. Marcello Ferrari mi fa sentire a casa mia e mi concede di entrare per primo in acqua con i miei amici lasciando guidare me il gruppo, lui invece scenderà dopo qualche minuto con oltre quindici subacquei, evitandomi il “traffico” che di li a poco ci sarebbe stato lungo lo scafo. La visibilità è buona, ma la luce bassa del pomeriggio non aiuta. Ci godiamo un bel giro tranquillo con Lorenza, Antonio e Gianmarco che mi seguono, fermandosi ogni tanto a scattare le foto. Visitiamo il relitto in ogni angolo, fino a trovare sulla zona della coperta una bella cernia dorata che si è nascosta tra le lamiere. Qui nasce una inevitabile disputa per accaparrarsi la posizione migliore …. Lorenza ha sangue blu e non si smentisce …. conquista la posizione e non la molla ad Antonio che in ogni caso riesce a scattare qualche buona foto. Risaliamo a bordo molto soddisfatti. Non posso che ringraziare calorosamente il boss per la fiducia accordatami. Well done Marcello! 

I miei amici purtroppo devono andare via, ci salutiamo dandoci appuntamento alle prossime immersioni di casa nostra. La mia serata prosegue con la famiglia con una bella passeggiata a Leuca con cena sul mare.

 

 

Mitigliano con Antonio e Giancarlo

Grande giornata del Poseidon Team A.S.D. quest’oggi! Giancarlo Crimaldi è in viaggio da Napoli per Sorrento con il suo gommone, io ed Antonio lo attendiamo al porto dopo aver trasportato le ingombranti attrezzature sugli scooter. Il tempo di saltare a bordo e siamo di nuovo in movimento verso la Cala di Mitigliano. Il mare è calmo ed il sole rovente, a tratti insopportabile con una temperatura dell’aria percepita vicina ai 50°C. 


Giancarlo ha intenzione di provare ad utilizzare un grandangolare sulla sua Isotta D500, per cui montiamo il mio minidome con il 10.5 mm per fargli fare qualche prova, io invece ho montato il 105 mm sulla Isotta D7200, Antonio Mario invece è alle prese con le prove con flash esterno della sua Canon G16. 

Quando ci tuffiamo, nella baia regna una sufficiente calma. Acqua discreta, non limpidissima.  Programmo con Antonio un giro in senso antiorario, mentre Giancarlo spazierà in apnea in superficie. Come al solito si incontrano decine di specie ittiche diverse, un vero paradiso per i “safaristi” ed un ottimo campo di allenamento per gli atleti del Poseidon Team. Devo combattere con un iniziale scarso feeling con la configurazione montata, spesso mi “perdo” i soggetti quando sono troppo vicini. Dopo un poco di rodaggio comincio a “carburare”. Trascorriamo oltre 120′ sott’acqua, vedo volare davanti a me anche un’aquila di mare, fin troppo vicina per riuscire a fotografarla per intero, fin quando risaliamo sul gommone.

Giancarlo è ancora in acqua, lo avvisiamo di avvicinarsi a noi perché ci sono due bellissime meduse polmone, e con l’obiettivo grandangolare è il caso di fotografarle! Si avvicina e inizia a scattare. Lo vedo molto distante dal soggetto, non abituato ad usare questa ottica … mi tuffo solo con la maschera e lo “spingo” vicinissimo ai tentacoli urticanti. Lo assisto suggerendo le posizioni migliori per immortalarle …. infine risaliamo affamati. Torniamo a Sorrento dove mangiamo un gustoso gelato ed il “doveroso” caffè post immersione. Ci salutiamo felici per la bellissima giornata trascorsa insieme. 

Puolo con Antonio Mario

Faccio qualche telefonata per organizzarmi perché al diving non c’è posto, con un gruppo numeroso in uscita … mi organizzo per una uscita da terra con il mio amico Antonio Mario, per assisterlo nei suoi allenamenti in vista del Campionato Italiano di Safari Fotosub in cui difenderà i colori del Poseidon Team A.S.D. insieme a Gianpiero Liguori, Giancarlo Crimaldi e Mimmo Tritto. Così, dopo aver recuperato le attrezzature in garage, passo a prenderlo sotto casa. Raggiungiamo la spiaggia di Puolo ma ci accorgiamo di aver dimenticato la boa segnasub! Iniziamo a rientrare in garage ma la fortuna vuole che lungo la strada incontro i miei amici Nicola ed Antonella dell’Associazione Jacques Cousteau … loro hanno il pallone! Giro l’auto e torno in spiaggia a preparare le attrezzature.

Sono le 9:00 e la spiaggia è già colma di bagnanti … fortunatamente il posto dove abitualmente ci vestiamo è libero così guadagniamo subito l’acqua anche perché la temperatura è torrida.

I primi metri sono bianco latte a causa della risacca, poi fortunatamente la visibilità migliora di molto. Ci fermiamo quasi subito a fotografare alcuni saraghi a pochi metri d’acqua, poi scendiamo sul sabbione che di solito “frequentiamo” di notte. Sul pendio ci sono alcuni rombi, i pesci lucertola, le tracine ed i pesci pettine. Anche una piccola seppia si lascia sorprendere prima di fuggire via spruzzando il nero. Proseguiamo lungo la parete dove vediamo incontriamo un tordo ocellato indaffarato nella costruzione del nido ed alcune piccole cernie, brune e dorate. Ritorniamo dopo circa 120′ nell’acqua torbida piena di bagnanti. Concludiamo la bella giornata al bar a Sorrento con un bell’aperitivo.

Safari a Nerano con Antonio e Giancarlo

Un vento gelido da Nord soffia da giorni rendendo il mare agitato, fortunatamente la Penisola Sorrentina ha un versante Sud …. che è riparato dal vento. La temperatura è comunque molto rigida fin dal mattino, con l’auto che alle  8:00 segna 3°C. Passo a prendere Antonio a casa, ci fermiamo a prendere il caffè e ci avviamo a Nerano dove ci raggiungerà il nostro compagno d’immersione Giancarlo che proverà per la prima volta una fotocamera reflex. Quando arriviamo a Marina del Cantone il paesaggio è idilliaco, il mare calmo, un caldo sole ed il cielo limpido, con vento assente. Scarichiamo le attrezzature e ci vestiamo sulla spiaggia, da cui partiamo per il nostro giro. L’acqua sotto costa è biancastra, mentre più al largo si pulisce ma non è cristallina come appariva dall’alto. Trascorriamo oltre 120′ tra le “isole” di Posidonia oceanica e le radure sabbiose. Ci divertiamo così ad effettuare un pò di scatti, un allenamento in vista delle future gare selettive di safari fotosub per gli atleti del Poseidon Team A.S.D.. Ritornare a “caccia” di pesci è stato emozionante, devo però confessare di aver perso lo smalto di un tempo, nell’avvicinamento dei pesci e nel riuscire a “beccarli” prima di vederli sparire tra le verdi foglie, mentre i miei amici mostrano un elevatissimo potenziale. Giancarlo infatti ha subito familiarizzato con la mia Nikon D7200 in custodia Isotecnic, mentre Antonio affina il suo feeling con il flash Inon S2000 e la sua Canon, i loro progressi mi fanno ben sperare, peccato che il nostro pluricampione Gianpiero non sia riuscito a venire con noi. 

Si chiude così l’anno 2016 …. speriamo in un 2017 ricco di foto, immersioni e … premi!