Camping S. Fortunata con Monica e Mimmo

L’onda lunga mi suggerisce una colazione leggera, non vorrei soffrire di mal di mare! Raggiungo il diving senza essere certo di poter uscire per l’immersione. Qui trovo Edo, Gianluigi, Rosy, Virgilio, Mimmo & Monica. Il cielo migliora con il sole che viene fuori dalle nuvole, decidiamo di uscire lo stesso con direzione Sorrento, dietro Punta del Capo dove la risacca è minore. La navigazione procede veloce tra le enormi onde fin quando raggiungiamo il punto d’immersione, nei pressi del Camping Santa Fortunata. Ci immergiamo lungo la parete ed andiamo in cerca di soggetti adatti ai nostri obiettivi per macrofotografia, Edoardo ed io siamo attrezzati con il 105 micro, mentre Mimmo ha montato il 60 mm. Il Prof. trova subito una coppia di Flabellina babai che poi mostra a Edo, i due si trattengono a fotografarle mentre insieme a Monica vado in cerca di gamberi tra i crinoidi. Finalmente trovo qualcosa di interessante, una coppia di Umbraculum lungo la parete rocciosa. Non riesco a fotografarli come avrei desiderato a causa della scomoda posizione dall’alto in cui mi sono dovuto sistemare per fotografarli frontalmente e del ristretto campo fotografico del mio teleobiettivo. Proseguiamo l’immersione lungo la parete fin quando Ivo non viene a riprenderci con il gommone appena tornati in superficie. Come sempre, anche quando le condizioni meteo non sono ottimali, il mare svela i suoi segreti.