Scoglio Proteso con Italo

L’insistenza dei messaggi di Rosy è stata fruttuosa, per tutta la settimana mi ha massaggiato, promettendomi una sorpresa. E tale è stata, una vera “Carramba che Sorpresa”, dopo oltre 10 anni incontro il carissimo amico e fotografo Italo Nobile, venuto a Sorrento per trascorrere il weekend con il Punta Campanella Diving Center. Raggiungiamo Punta Campanella e ci immergiamo nei pressi dello Scoglio Proteso. Con me e Italo ci sono anche Rosy e nonno Virgilio, immancabile presenza a bordo del gommone, tutte le mattine in acqua a più di 70 anni.

L’acqua è limpida con oltre trenta metri di visibilità, lo scoglio si staglia nel blu facendo intravedere le spugne gialle che lo ricoprono completamente nella zona ombrosa. Ho fin troppi modelli per fotografare, quattro sono troppi …. Così mi dedico al solo Italo, che da esperto Fotosub, mi asseconda senza nemmeno un cenno, intuisce mirabilmente le posizioni migliori, osservando l’inquadratura nel mio oblò.

Terminiamo l’immenso e dopo aver visitato la piccola grotta con gli Apogon che si apre lungo la parete ed un giro nei pressi del faraglione che troneggia sulla punta, coperto ormai solo da poche colonie di Astroides residui della pesca di frodo dei datteri di mare.

Saluto il folto gruppo di amici per fare ritorno a casa, pranzare e tornare a mare con la famiglia.