Marina Grande di Sorrento

Dopo due serate finite in un nulla di fatto, finalmente al terzo tentativo riesco a liberarmi per un tuffo notturno. Ho tutto pronto quindi alle 19:30 sono in spiaggia a Marina Grande di Sorrento. Ho valutato l’idea di cambiare percorso, ma alla fine decido di andare sul sicuro. L’acqua nel porticciolo è sempre cristallina, fuori della scogliera è ancora accettabile. Scendo subito verso il fondo e mi allungo fin quasi ai -30 metri in cerca di soggetti fotografici. Un calamaro fugge via dopo essere transitato per un attimo a breve distanza dalla mia torcia. Trascorro svariati minuti a fondo senza successo, quindi risalgo verso la scogliera. Qui trovo due attinie Andresia partenopaea, più avanti una vipera di mare Ophisurus serpens, ma non riesco a fotografarla per bene con il minidome. Proseguo e ritornando verso la spiaggia, trovo un nuovo esemplare di serpente di mare, questa volta, riesco ad avvicinarmi prima di vederlo ritrarre nel fondo fangoso, per sparire alla vista. Quando sono ormai all’interno della scogliera trovo una Bursatella leachi che cammina sul fondo. La seguo mentre si muove tra i sassi, le catene di ormeggio dei pescherecci e la sabbia finissima e nera, fin quando l’aria della bombola termina completamente. Rientro così a casa, in tempo per osservare in tv,  i tempi supplementari ed i rigori di Atletico Madrid – Bayer Leverkusen di Champion’s League.