Puolo con Franco, Uwe e David – Immersione Notturna

Immenso onore e piacere immergermi stasera con grandi fotografi: gli amici Franco Banfi dalla Svizzera, Uwe Schmolke dalla Germania e David Salvatori da Roma. Ovviamente non manca all’appello un grande amico e maestro, il Prof. Mimmo Roscigno ed il suo gemello, mio fratello Arturo, ma anche Maria Cristina e suo fratello Giovanni, per una bella immersione notturna con il Punta Campanella Diving Center.

Arrivo di corsa casa dopo essere rientrato da lavoro, cambio rapidamente la configurazione dei flash per dare a mio fratello uno dei miei Inon Z240, per sostituirne uno che gli si è guastato e passo a prenderlo. Quando arriviamo al diving, c’è solo Franco Banfi ad attenderci, mentre gli amici romani sono ancora lungo la strada nel traffico. C’è così il tempo di sistemare con calma le attrezzature e scambiare quattro chiacchiere anche con Uwe. Finalmente, solo dopo le 21:00 arrivano tutti e riusciamo a metterci in moto per la Baia di Puolo. Il vento sostenuto da Nord-Est aveva, in verità, fatto ipotizzare un cambio di programma, con immersione a Cala di Mitigliano, più ridossata, ma alla fine abbiamo deciso di sfidare lo stesso il moto ondoso ed andare lì dove era deciso.

Franco, David e Mimmo sono attrezzati con bombole decompressive per una immersione profonda, mentre noi altri ci manterremo a quote più ragionevoli, vista anche la difficoltà di effettuare una lunga deco con il moto ondoso.

Scendo con Arturo sul lato destro della baia e subito sulla sabbia incontro un serpente di mare con la testa molto al di fuori della sabbia. Spengo la torcia e mi avvicino usando solo la cuce rossa del faro. Quando sono ormai vicino, si ritira nel suo buco, restando nascosto alla nostra vista. Proseguendo, in uno spezzone di rete abbandonata è intrappolato un grosso scorfano, ormai morto. Un vero scempio!

La serata non regala grandi emozioni, sulla sabbia solo qualche rombo e nulla più, decido allora di tornare in cerca della Aplysia dactyomela che ha visto con Mimmo qualche settimana fa, e quindi ritorno in quella zona anche per iniziare la decompressione. Dopo svariati minuti e la bombola quasi completamente scarica, la ritrovo e la mostro anche a mio fratello. E’ ormai tempo di risalire sul gommone e rientrare al diving per una magnifica doccia calda ed una foto ricordo della bella serata!