Baia di Puolo

Un raggio di sole penetra tra le fessure della tapparella chiusa male, colpisce il mio volto svegliandomi alle 7:15. Mi alzo di scatto e corro ad affacciarmi in cucina per vedere il mare. Evviva, il mare è calmo, non c’è vento e splende un bel sole! Ho già tutto pronto in auto da ieri quando, con l’amico Mimmo, avevo provato ad andare a mare a Baia ed invece siamo stati costretti a desistere a causa delle avverse condizioni meteomarine.

Alle 8:00 sono già in spiaggia a Puolo, mi vesto ed inizio la mia immersione con una configurazione macro abbinata allo Scargar Ring Flash. Quasi subito incontro il cavalluccio giallo, ma trovandolo in una buca non fotografabile,  passo oltre, dopo aver preso nota del luogo di ritrovamento. Proseguo verso un fondale più profondo, raggiungendo i 30 mt in cerca di soggetti interessanti. Solo un bel platelminte viola e qualche protula poi subito risalgo verso la parete. Rientrando incontro un bel polpo in tana ed una bavosa ruggine. Termino i miei 90′ quotidiani ritornando sul posto dove avevo visto l’ippocampo. Lo trovo poco distante, dove riesco con fatica a fotografarne solo la testa con il 105 Micro Nikkor. Quando rientro a terra, sono accolto dagli amici Nicola ed Antonella che sono appena arrivati per un tuffo con alcuni allievi Open Water Divers. Alle 10:30 sono già fuori al balcone a sciacquare le attrezzature, pronto per una domenica che mi regalerà la gioia per il 32 Scudetto per l’amata JUVENTUS!!