Scoglio del Vervece

Si torna in acqua con una giornata praticamente estiva dopo una settimana che ci ha dato dentro di brutto con la pioggia. L’acqua infatti al Vervece è verde sia sopra che sotto. Oggi ritorna in acqua la Ligeia e la sua “padrona” Mariangela che riassapora l’acqua salata dopo un pit-stop “riproduttivo”. Ricominciano così gli appuntamenti sorrentini al porto, dove la barca riprende il mare dopo un inverno di manutenzione. Il mare è calmo ed il sole splendido, partiamo in orario verso lo scoglio antistante la Marina della Lobra, con Angelo ai comandi che ci trasporta rapidamente alla meta. Durante la navigazione effettuiamo le operazioni di vestizione in grande comodità, poiché siamo solo in sei ad andare in acqua. Come sempre sono il primo a scendere in acqua e mi dirigo verso le gorgonie rosse dove trovo una bella murena fuori tana, pronta a dileguarsi. In verità ho montato il 15mm Sigma sulla mia Nikon D800E con la speranza di incontrare il Pesce San Pietro che è stato avvistato la scorsa settimana … Ho persino “barattato” con Antonio ed Angelo una sconfitta della Juventus contro il Napoli pur di ottenere la sua visione!

In risalita, dopo aver scattato alcune immagini alla foresta di gorgonie, la sua sagoma inconfondibile si svela dinanzi ai miei occhi. Si mantiene a debita distanza e non riesco ad avvicinarlo in modo da fotografarlo come avrei voluto. Non posso nemmeno contare sulla collaborazione del gruppo di subacquei per farlo avvicinare verso di me, poiché sono ancora attardati ad ammirare le Paramuricee. Il simpatico pesce decide allora di ritornare verso il fondo, costringendomi a salutarlo visti i minuti di decompressione già accumulati. Proseguo effettuando il giro completo dello scoglio mantenendo la parete alla mia sinistra, con la speranza di osservare qualche barracuda. Stranamente regna una inspiegabile penuria di pesce di grossa taglia, né cernie, né scorfani, né saraghi e nemmeno un barracuda! Non vorrei credere che, ancora una volta, durante i mesi invernali, i pescatori di frodo abbiano fatto incetta dei grossi pinnuti che in questi anni hanno colonizzato lo scoglio.

Ritorno a bordo della barca comunque soddisfatto, nonostante le condizioni di visibilità siano state veramente pessime. Poco male, ho finalmente visto il primo S.Pietro dell’anno 2014.