2013-04-30 Castellammare di Stabia

Ieri sera i programmi sembravano svaniti nel nulla a causa di due disdette! Lancio un messaggio disperato su Facebook e finalmente qualcuno mi risponde. Raffaele mi conferma la possibilità di un tuffo da terra, nelle vicinanze del circolo subacqueo Amici degli Abissi. Mentre viaggio tutto carico sul mio scooter, pregusto il piacere della scoperta di un posto nuovo … chissà cosa ci riserva …

Il cielo è coperto ma la temperatura è elevata a causa dello scirocco. Raggiungo la sede dovo trovo Raffaele intento a caricare le bombole. Ci vestiamo e ci incamminiamo per raggiungere il luogo d’immersione. Ci assiste nello spostamento il buon Gaetano, che trascina con se le nostre pinne, maschere e piombi. Dalla superficie l’acqua sembra buona, ahimè lo sarà solo nei primi centimetri! Brancoliamo nel buio e nel fango seguendo le scogliere sommerse, tenendoci a stretta distanza per non perderci. Ogni tanto è il bagliore dei flash che mi indica la posizione di Raf, quando mi fermo a fotografare le piccole ascidie trasparenti, i gamberetti e le bavose che si spostano tra i mitili. Sono anche abbondanti le attinie e gli spirografi, peccato la visibilità proibitiva, meno di 50 cm!

Risaliamo dopo circa 60 minuti, giusto il tempo di sciacquare la muta e la fotocamera sotto la doccia, è già tempo di partire verso Sorrento. Questa volta però, mi fermo all’Oasi per mangiare un bel saltimbocca!