2012-11-14 Marina Grande

Una giornata primaverile di novembre “merita” un grande tuffo! Infatti dopo il lavoro, la spesa al supermercato e qualche ultima incombenza domestica, alle 19:00 sono finalmente in auto per andare a prendere il mio papà che mi farà compagnia. Direzione Marina Grande di Sorrento, per riprendere contatto con i nottambuli del luogo. Acqua sporca all’interno del porticciolo, mare calmo in leggerissimo movimento a causa del vento che ha girato verso nord. Sotto il fascio della torcia ISOLED, mentre sono ancora in superficie, un grosso calamaro resta per qualche attimo immobilizzato, prima di sparire nel nero della notte. Occasione svanita, ma la serata promette bene … Mi immergo all’altezza della scogliera e viro verso sinistra. Sulla sabbia, infossata, una mazzancolla lascia fuoriuscire solo gli enormi occhi. Dopo il primo scatto, esce allo scoperto per “guadagnare” una posizione più tranquilla! Perchie, menole, triglie e pagelli sono abbondanti così come i latterini. Riprendo dimestichezza con loro e la mia fotocamera in queste condizioni, sperando in qualche incontro STRONG. Un grosso pesce lucertola adagiato sul fondo si lascia avvicinare senza dare segno di disturbo … mentre un granchio testa di morto (Ilia nucleus), poco più in là, mi beffa sotterrandosi prima che lo possa fotografare a dovere. Da lontano vedo l’inconfondibile profilo della vipera di mare (Ophysurus serpens), ma nonostante le mie accortezze, l’animale si ritrae nel suo buco. Aspetto qualche minuto al buio, ma è impossibile fotografarlo. Mi allontano, sperando di ritrovarlo tra un poco di tempo. Un altro pesce lucertola più piccolo è il soggetto dei miei scatti, questa volta monto anche uno dei due snoot auto-costruiti che avevo portato con me, ma lavorare sul fango non è mai troppo facile … Decido di rientrare; è passata oltre un’ora e papà mi attende in banchina. Un piccolissimo scorfano rosso cattura le mie attenzioni … finalmente un soggetto adatto per uno scatto di qualità … mi concentro un attimo … e dopo averlo sollevato dallo scoglio, lo lascio planare verso il fondo. Soddisfatto di ciò che appare sull’ampio display della Nikon D800, ritorno verso la spiaggia facendo attenzione alle cime di ormeggio delle barche presenti nel porto, dove è possibile incontrare qualche ippocampo. Questa volta non sono stato fortunato … ma bisogna perseverare.