2012-09-22 Secca del Pigno

Ore 5:45 … suona la sveglia. Mi alzo, faccio la barba e preparo i flash e la custodia, appuntamento con Marco Giuliano alle 6:30 all’ingresso del villaggio Touring Club. Scendiamo al diving dove alle ore 7:00 arrivano Tony, Luca e Gianluca con il furgone carico di bombole. Oggi si esce per una immersione profonda in aria, con deco in nitrox, per andare a fotografare il corallo nero mediterraneo, l’Anthypathes subpinnata, ma anche un ramo di Gerardia savaglia. Con noi anche Kay, una ragazza tedesca esperta di immersioni tecniche. Il mare è calmo ed il solecomincia ad alzarsi nel cielo. Raggiungiamo quasi subito il punto d’immersione ed ancoriamo sulla secca. In superficie la corrente è forte, mentre a fondo, ad oltre 55 mt, l’acqua è limpida e ferma. Già nell’avvicinamento si intravedono i due rami del raro esemplare, io e Marco Giuliano ci dividiamo per non disturbarci a vicenda. Lo spettacolo è grandioso! Alla base dello scoglio una piccola aragosta, tornando indietro verso la secca fotografiamo un ramo di Gerardia in crescita. Ancora più su, tra i rami di Paramuricee  bicolori due grandi Musdee tra le miriadi di enormi castagnole rosse, grandi quanto un palmo della mano.

Completiamo la risalita e a 25 mt. cambiamo la bombola per utilizzare una mix al 50%. Rientrati a terra una bella colazione al bar, mentre i nostri amici fotografi sono in banchina per effettuare il loro primo tuffo! Adesso non resta che rifare i bagagli ed attendere con trepidazione l’esito della competizione nazionale.