2012-09-19 Secca delle Vedove

Oggi inizia il Campionato Italiano FIPSAS per Società, ed io questa volta non sono a difendere i colori del Poseidon Team! Ahimè le defezioni di alcuni miei compagni di squadra mi hanno costretto all’espatrio …. sarò la squadra B del Centro Sub Alto Tirreno, attualmente detendore del titolo italiano. Con me il mitico Marco Bollettinari detto “Bolle” con la sua carica di esplosiva simpatia. Dal sorteggio dei campi gara decidiamo di mandare in acqua prima Bolla con Lilia per fare le foto grandangolo, mentre io nel pomeriggio mi dovrò occupare delle altre due foto.

Si parte come sempre in orario per raggiungere il campo di gara A, dove l’acqua si è notevolmente intorbidita nella giornata di ieri. Il nostro piano d’azione prevede la “conquista” di una grotta che si apre nei pressi di una insenatura a pochi metri di profondità. Al suono della sirena Bolla e Lilia saltano immediatamente in mare, mentre io passo la fotocamera al volo, Lilia si lancia in uno sprint degno di Federica Pellegrini e raggiunge per prima l’ingresso della grotta. Le due ore trascorrono lentamente per noi fotografi in attesa di notizie dei nostri compagni. Dopo circa un’ora Marco risale per cambiare ottica e montare anche lo snoot Al termine della sessione, mi sembrano soddisfatti del lavoro svolto ed io sono fiducioso vedendo i loro volti.

Rientriamo a terra e andiamo a pranzo, dopo aver sistemato in barca le bombole per il turno successivo. Fortunatamente il mare è calmo, anche se il sole si lascia desiderare. Alle 15:00 siamo già tutti in acqua per completare la prima giornata di gara. Il mio compito è realizzare lo scatto “macro” e quello “pesce”, per tale scopo ho montato il 105 micro senza lente. Lilia mi segue per cercare qualche soggetto interessante. Prima alcuni saraghi, poi finalmente trovo le margherite di mare ma sono piccolissime …. inizio a scattare ma la configurazione non è ottimale …. ritornando alla barca mi imbatto in alcuni cefali in superficie …. alcuni scatti e poi ritorno a bordo del barcone. Marco mi monta la lente +4 mentre io supervisiono il suo operato per evitare errori di assemblaggio. Dopo meno di cinque minuti sono di nuovo in acqua pronto a tornare verso le margherite di mare. Questa volta ho preso anche lo snoot di Bolle e con la Lilia che me lo posizionava sul soggetto, riesco a scattare più facilmente. Infine quando la sirena è pronta a suonare fotografo una piccolissima Cratena peregrina. Il tempo di effettuare la cancellazione dei files in esubero non è molto, effettuo la scelta finale e quando passo la macchina a bordo manca solo un minuto.

In serata guardiamo le foto ed il risultato non è poi così esaltante …. bisogna migliorare domani a tutti i costi, nonostante la perturbazione in arrivo. Per rilassarsi, niente di meglio di un Chelsea-Juventus in champion’s league!