2012-04-06 Banco di Santa Croce

Quando “non è giornata” lo si capisce subito …..
Una settimana di sole magnifico e di mare calmo, come solo in questo periodo accade, l’ideale per il week-end di pasqua! In settimana avevo programmato un’uscita notturna ma un improvviso lutto in famiglia ha sconvolto i programmi. Ok mi organizzerò per venerdì e/o sabato … mando gli sms rituali ed attendo risposte. Mariangela è la prima confermare l’uscita per oggi al Banco di Santa Croce. Dopo la colazione scendo al garage a recuperare l’attrezzatura e con lo scooter vado all’appuntamento al porto dove mi attende la Ligeia. Il cielo è coperto ma almeno il mare è calmo. L’acqua nel porto è limpidissima … siamo in pochi e questo rende l’immersione ancora più allettante! Partiamo e cominciano le brutte sorprese … avvicinandoci alla meta il colore dell’acqua cambia dal turchese ad un verde bottiglia … “e no! Ho montato l’obiettivo grandangolare!” Quando sono quasi pronto per tuffarmi, squilla il telefono cellulare … sono tentato lasciarlo squillare, controllo l’utente e alla fine rispondo … Avrei fatto bene ad ignorarla, solo notizie negative … che compromettono mentalmente la mia immersione. Scendo infatti per ultimo come mai accade … l’acqua è torbida e non si vede la cima di ormeggio! Sul fondo non ritrovo i compagni, che si sono avviati. Entro nella grotta, ma gli scatti effettuati non sono all’altezza, la luce ambiente è scarsa, per cui decido di passare oltre. Esco ed inizio il giro in senso inverso rispetto al solito, alla ricerca di Mariangela e dei suoi clienti francesi, li incontro subito … hanno già effettuato il giro della secca. Proseguo ancora per un breve tratto ma è già tempo di riemergere. A bordo, mentre risciacquo l’attrezzatura, resto chiuso in un anomalo silenzio, notato dall’efficiente equipaggio della Ligeia, mi scuso ma oggi non è proprio andata come desiderato. Andrà meglio domani!