2011-09-24 Capraia Scoglio della Fica e La Civitata

Dopo il lungo viaggio di avvicinamento a Capraia iniziato ieri mattina alle 5:00, stamattina finalmente io e Arturo siamo pronti per andare in acqua a visionare i campi gara e fare qualche prova in vista del Campionato Italiano Fotosub Fipsas 2011 che si svolgerà domani e dopodomani nelle acque cristalline dell’isola toscana. Sveglia alle 7.00, piccola colazione e giù al Capraia Diving dove ci attendono Paolo e Gianluca per una doppia uscita in mare. I campi definitivi di gara sono segreti, per cui ci facciamo guidare da loro … il tempo è splendido, il mare calmo come l’olio consente di visualizzare sull’acqua i mille colori dell’isola. La barca è molto confortevole e la navigazione veloce. Raggiungiamo il primo punto d’immersione presso la Punta della Fica. L’acqua è cristallina come poche volte ho visto in vita mia! Uno spettacolo! Ho montato il 10,5 mm Nikon per fare qualche prova con il grandangolo con Arturo come modello, non abbiamo mai provato prima d’ora, mio fratello è teso per la responsabilità … lo tranquillizzo, gli spiego qualche movimento e concordiamo dei segnali … poi ci tuffiamo. Il fondale è ricco di posidonia, le pareti vulvaniche dell’isola degradano verso di essa formando mille anfratti, ci fermiamo subito a fotografare in uno di essi, poi piano piano ci spostiamo cercando di memorizzare la loro posizione in mare. Arturo esegue alla perfezione le “manovre” concordate, come se fosse da sempre il mio modello! Molto bene, proseguiamo con gli scatti e dopo un’ora risaliamo soddisfatti del lavoro svolto.

Rientriamo in porto e dopo circa un’ora d’intervallo siamo pronti nuovamente per uscire a fare qualche fotografia macro. Ho montato infatti il Nikkor 105 Micro sulla mia D7000 in custodia Isotta, aggiungendo qualche galleggiante all’oblò in modo da equilibrarlo maggiormente sott’acqua. La seconda immersione è alla Punta della Civitata, il fondale è simile e ricco di pesce di passo.  Mi metto in cerca di qualche soggetto da immortalare per realizzare la foto biologica, trovo uno sciarrano che si lascia pulire dal tordo codanera ed alcune bavose parassitate dala pulce Anilocra mediterranea.  Ottimo, bisognerà tenerne conto per la giornata di domani …. Scatto anche alcune immagini a flabelline e parazoanthus, oltre che alcune ai pesci, mentre Arturo perlustra la zona in cerca di organismi e scorci da interessanti. Ad un certo punto mi chiama, mi segnala di seguirlo portandomi verso una bella grotta triangolare illuminata dai raggi del sole pomeridiano. Ottimo, peccato non poter fare qualche foto di prova, ma il posto merita davvero di essere “conquistato” durante la gara … Poco più in là una tettoia rocciosa a circa -1,5 mt di profondità, anche questa è ottima per realizzare una foto ambiente di qualità!

Rientriamo al porto e poi in camera dove in serata ci attende il briefing tecnico con tutti e 32 concorrenti del campionato individuale reflex. Ci sono tanti ex campioni in gara, sarà davvero dura! Ma noi siamo qui per divertirci e quindi … massima tranquillità, non siamo certo i favoriti!

Visioniamo al pc le foto del giorno e siamo abbastanza soddisfatti del risultato, bisognerà fare ancora meglio domani … ma adesso è ora di scendere nella hall dell’hotel La Mandola per il briefing. Esilarante il finale sorteggio delle imbarcazioni, domani saremo in 14 concorrenti e modelli sulla barca, ovviamente i campi gara sono … diversi da quelli visionati!