11 settembre 2010 Punta Carega

Anche oggi mi sveglio con le galline! Accendo il pc e guardo qualche foto, mentre scrivo queste pagine. Mi spiace arrecare disturbo ai miei compagni ma il caldo, la sete e la tensione non mi lasciano dormire …

Oggi è prevista un’immersione ricreativa con il diving per ammirare le bellezze subacquee di Portofino. La partenza dal porto è fissata per le 9:00 e dopo poco siamo in navigazione verso la boa segnaletica di Punta Carega, dove è già ormeggiato un gommone di subacquei; in quest’area dell’A.M.P. di Portofino è consentito l’accesso esclusivo ai sub.

L’acqua è limpida ma la visibilità non è eccezionale come al solito, a causa della pioggia intensa dei giorni precedenti. Io e Gianpy ci tuffiamo sul cappello della secca a – 8mt, planiamo verso il fondo alla ricerca delle gorgonie rosse e iniziamo a scattare foto alle castagnole rosse. La mia prima impressione però è di leggera delusione, le foreste di Paramuricea clavata della Penisola Sorrentina sono sicuramente più rigogliose e ricche di pesciolini. Solo un istante dopo alzo gli occhi verso la superficie ed … ecco tre cernie guardare le nostre bolle dall’alto, poco distante da loro un enorme branco di barracuda nuota tranquillo contro la leggera corrente. Subito avverto Gianpiero ed inizio la risalita; sembra esser piombati in una vasca dell’acquario di Genova!! Branchi di salpe e saraghi fasciati nuotano indisturbati tra le nostre bolle, così come le cernie che si mettono in posa per un ritratto. All’improvviso si avvicina una coppia di dentici di notevoli dimensioni, ma dopo dochi attimi si dileguano nel blù. I minuti trascorrono e ci ritroviamo con centinaia di immagini sulle nostre memory card, peccato non aver portato un obiettivo grandangolare!

Rientriamo al diving per sciacquare le attrezzature, poi a preparare i bagagli per la partenza di domani, in trepida attesa del responso della giuria del 30°Campionato Italiano di Safari Fotosub 2010 …