16 agosto 2010 Punta del Capo

Tevez scende sulla fascia al 90°, entra in area … tiro … palo! I tempi regolamentari finiscono sullo 0-0, l’F.A. Cup si deciderà ai supplementari …” Nello stesso istante si apre la porta di casa, finalmente è rientrata dall’ufficio mia moglie, peccato non poter terminare la partita alla Playstation … è ora di andare all’appuntamento al porto! Sono le 17:45 quando arrivo in banchina dove mi attende mamma, allertata in mattinata per un’uscita “fuori-orario”. Rapidamente mi vesto mentre mi conduce alla Punta del Capo di Sorrento, all’altezza dei bagni della Regina Giovanna. Il mare è mosso dal vento di maestrale montato fin dalla primissima mattina, abbastanza intenso da impedire un bagno in barca con i bambini … ma non tale da fermare l’ansia di provare ancora qualche scatto in macro! Questa volta ho montato anche un secondo flash sulla mia fotocamera, vediamo se l’effetto è migliore … La luce è scarsa, la montagna qui copre il sole fin dal primo pomeriggio, sarebbe stato ideale portare anche il faretto, poco male, farò senza. L’acqua a tratti è limpida, in altri punti molto più sporca e peggiora man mano che nuoto verso la Marina Grande di Sorrento, con mamma che mi segue con la barca dalla superficie, a volte anche da troppo vicino … qualche bel sarago viene spaventato dal frastuono del borbottante propulsore! Inizio a fotografare le varie specie ittiche presenti sul fondale roccioso e poi inizio a cercare a mezz’acqua qualche pesce azzurro e di passo. Ad un tratto scopro la lumaca tartaruga, un enorme mollusco, lUmbraculum mediterraneum. Proseguo fino ad arrivare all’altezza del Camping Santa Fortunata alla ricerca di un fondale sabbioso dove scovare triglie e ghiozzi. Qui trovo anche una grande stella spinosa, la Marthasterias glacialis dalle rosee braccia. Sono trascorsi oltre 90 minuti, è l’ora di risalire, una volta a bordo guardo l’orologio … sono le 19:55! Accidenti avevo promesso ad Adriano, mio nipote, di portarlo al cinema con Lorenza! “Mamma, accelera, altrimenti non arrivo in tempo!” Dopo pochi minuti sono già in sella al mio scooter e qualche attimo dopo prima al garage e poi a casa … doccia instantanea … e via di corsa al cinema!