11 luglio 2010 Vervece

Papi, vai a fare il sub? allora torna presto per andare al mare!“, queste le parole della piccola Lidia che mi saluta sull’uscio di casa  di primo mattino. Alle 8:30 sono già al porto, partenza prevista alle 9:00, direzione scoglio del Vervece. Ahimè l’attesa in banchina si prolunga a causa di un gruppo di subacquei stranieri inspiegabilmente assenti all’appuntamento, avranno brindato alla loro vacanza sorrentina fino a tarda ora! Partiamo quindi alla volta della zona A dell’AMP Punta Campanella, sperando che la visibilità sia ottimale per qualche scatto eccellente. Il tempo è splendido con un sole intenso e mare calmo. Mi tuffo per primo appena arriviamo sul posto, sperando di incontrare qualche bel pesce di passo. L”acqua in superficie è lattiginosa, speriamo sia migliore in profondità … Vado verso la foresta di Paramuricee ed inozio a scattare alcune foto, poi proseguo verso i massoni dove di solito si vedono le cernie. Infatti ecco la prima che al mio arrivo s’infila nella tana. L’obiettivo grandangolare non mi consente una ripresa adeguata all’interno della tana. Proseguo e tra i tanti saraghi individuo un grosso dentice, scatto a raffica ma è molto lontano e l’acqua torbida. Ancora più avanti altre due piccole cernie si lasciano avvicinare brevemente. Nel punto dove la corrente è massima stazionano i barracuda, mi avvicino tranquillamente, sembrano ormai totalmente abituati alla presenza dei sub. Un saluto alla statua della Madonna del Vervece prima di fare la deco e … un’orata smisurata si avvicina alle mie spalle attirata dalla sospensione sollevata dalle mie pinne! Tra i saraghi spunta qualche altro dentice, mi tratterrei ancora a lungo ma il manometro è inesorabile segnalandomi di … terminare le fotografie. Trascorro il tempo della sosta di sicurezza a ridosso della parete, osservando da vicino le evoluzioni dei grossi pinnuti argentei che, grazie all’istituzione dell AMP, ormai abbondano all’ombra del faro del Vervece. Il rientro in porto è invece più movimentato … a causa dei diportisti domenicali che sfrecciano ai lati della Ligeia! A casa un frugale pasto con la famiglia e … pronti per andare al mare!!!