17 ottobre 2009 Pozzuoli

Sveglia alle 6:30, mi preparo in fretta, devo raggiungere Pozzuoli dove parteciperò ad una Gara Selettiva per il Campionato Italiano 2010 di Fotosub. Terminata la vestizione, prima di sedermi a tavola per la rituale colazione, mi affaccio alla finestra e …. PIOVE!!!! Maledizione la giornata non inizia al meglio. Raggiungo il garage, recupero l’auto e carico l’attrezzatura a bordo e mi incammino. Fortunatamente, a partire da Torre del Greco, il tempo migliora e raggiungo la meta prefissata alle 8:15 dove splende un pallido sole. Attendiamo il banchina l’arrivo di tutti i partecipanti, ma partiamo con oltre un’ora di ritardo a causa di un problema tecnico al fuoribordo di una delle barche appoggio. Nel frattempo però le condizioni meteo sono bruscamente variate ed il cielo promette molta pioggia. Partiamo finalmente alla volta della Gaiola; la navigazione è lunga più di 40 minuti ed il freddo pungente! Alle 11:25 inizia la gara, l’acqua è sporca ma … più calda della temperatura dell’aria!

Inizio la mia gara montando l’obiettivo macro alla ricerca di pesce ed invertebrati da fotografare, subito una bavosa gialla ed alcune protule. Poi dei piccolissimi nudibranche ed infine le margheritine di mare ed uno scorfanetto. Soddisfatto dell’operato rientro in barca cercando di memorizzare il percorso in modo da ritrovare il posto. Al mio sopraggiungere in superficie mi accoglie una fitta pioggia che complicherà e non poco le operazioni di cambio dell’obiettivo. Sono tra i primi a risalire in barca e finalmente, tra mille acrobazie, coperto dal telo mare, sostituisco l’oblò e monto il grandangolare. Mi tuffo e riparto alla volta del punto individuato ma come sempre accade, non riesco a ritrovarlo. Raggiungo il  fondale sabbioso a circa -15 m. su cui si ergono alcuni massi coperti di gorgonie bianche. Mi concentro e scatto alcune immagini, provando a far venir fuori un pò di azzurro nelle foto che altrimenti sembrerebbero scattate in notturna! Soddisfatto lascio il posto e gironzolo fino a ritrovare la parete con i Parazoanthus. Decido l’inquadratura ed anche qui scatto più di una immagine per realizzare lo scatto desiderato. Infine rientro verso la barca riguardando dal monitor le immagini scattate effettuando gli scarti necessari a portare a terra solo 50 scatti.

Manca ancora un’ora al termine della gara ed infatti i “campioni” sono tutti in acqua per sfruttare anche l’ultimo secondo di gara. L’attesa è lunga anche perchè la pioggia non intende dar tregua. Rientriamo in porto dopo la lunga tratta completamente congelati dal freddo. Al Diving finalmente ci attende la pizza e qualche bibita, oltre che una meritata doccia calda! La scelta delle immagini al pc avviene rapidamente e subito dopo mi metto in cammino per casa. In serata una telefonata mi annuncia un 4° posto … amaro, a solo mezzo punto dal terzo ed uno dal secondo! Sarà per la prossima volta, è stata comunque una bella giornata di mare!