22 agosto 2008 Vervece

Stamattina mi sono svegliato prestissimo e dopo aver sistemato l’attrezzatura sono sceso al porto per imbarcarmi su Ligeia! Arrivo quindi in anticipo all’appuntamento e i minuti trascorrono avvicinandosi all’ora giusta dell’appuntamento ma … di Mario e Mariangela neanche l’ombra! Ho controllato l’orologio più volte fin quando ho visto Mario avvicinarsi sulla passerella dell’imbarcadero. Tutto ok, pensavo di aver sbagliato appuntamento! Aspettiamo tutti i componenti del gruppo in banchina e salpiamo alla volta del porticciolo di Marina della Lobra dove ci attende il mio amico Francesco, venuto in nottata da Roma, in compagnia di Giovanni. Saltiamo in acqua con il vento di scirocco che inizia ad aumentare, l’acqua è calda ma non molto limpida, c’è molta sospensione e di sicuro le foto non ne gioveranno! Ci raduniamo alla Madonnina e proseguiamo con il giro classico con parete alla sinistra. Raggiungiamo le gorgonie rosse, ancora coperte da mucillagine e proseguiamo verso i massoni. Stranamente mancano le cernie ed anche i barracuda, dove son finiti? Eppure avevo tanto decantato all’amico Francesco la ricchezza di questo sito d’immersione! Che sfortuna ho pensato …. Fortuna che non mancano mai i branchi di salpe e saraghi di tutti i tipi. In un buco trovo una coppia di murene che si lasciano docilmente fotografare. Mi distacco un poco dal gruppo, anticipandolo, alla ricerca dei pesci scomparsi e …. voilà, i guaracini neri fanno da apripista al branco di barracuda che si è posizionato nella zona di massima corrente, nella parte “terrestre” dello scoglio. Sopra di loro le acciughe danzano in sincronia per sfuggire alle terribili fauci. Il gruppo si raduna e tutti possono finalmente godere dello spettacolo, specialmente Francesco con la sua videocamera. Proseguo ancora in avanscoperta alla “caccia” delle cernie e puntuali si cominciano a far vedere, anche se più a distanza del solito. Infine terminiamo l’immersione a pochi metri dove le castagnole sono intente a pulire il substrato su cui deporre le uova ed i Coris in attesa di tale “saporito” evento! Anche qui una bella murena con i sui gamberetti pulitori Lysmata seticaudata si affaccia dalla tana, poi tante protule e Parazoanthus axinellae e numerose bavosine “saltellanti”. Rientriamo al porticciolo di Massa Lubrense dove lasciamo gli entusiasti Francesco e Giovanni pronti per ritornare nell’Urbe e ripartiamo alla volta del porto di Sorrento dove ci salutiamo dandoci appuntamento alla prossima discesa.