26 aprile 2008 Bikini

Sveglia di buon mattino, ore 8:00 in auto direzione BIKINI DIVING, lì mi aspetta lo staff al completo: gli amici Raffaele, Pasquale e Nello. La giornata è soleggiata, il cielo limpido, spazzato dal vento teso di grecale che inizia ad increspare il mare. Oggi è in programma un corso NITROX, a cui partecipo insieme ad un nutrito gruppo di subacquei provenienti da diverse località italiane, tenuto da un grande della subacquea tecnica: Marco Cesaroni. La preparazione della sua attrezzatura Rebreather procede rapida ma meticolosa, anche le nostre bombole sono pronte e così le miscele, inizia la vestizione. Siamo divisi in due gruppi, uno più numeroso capitanato da Pasquale, diretto in gommone, per una immersione in aria, al Banco di Santa Croce, l’altro Nitrox, con a capo Raffaele e Marco Cesaroni, in partenza dalla spiaggia diretto allo scoglio affiorante simbolo dello stabilimento balneare che ospita il diving. Nel frattempo il vento è aumentato ed è girato un poco verso Nord, le onde cominciano ad essere formate. L’acqua è fredda ma non scoraggia gli intrepidi sub con le mute umide! Ci adagiamo tutti sul fondo, la visuale non è ottimale a causa della sospensione sollevata dalle onde. Raffaele ci mostra il percorso guidandoci tra gli scogli e le praterie di Posidonia. Sono abbondanti gli Spirografi e i Cerianti così come le Donzelle ed i Guarracini. Sotto gli scogli alcune belle Protule, ogni tanto dalla sabbia si staglia una Pinna nobilis. Infine raggiungiamo lo scoglio e lo attraversiamo tutti in fila indiana passando nello stretto buco e rientriamo a terra a godere del tepore del sole, al riparo dal vento che inizia a cedere di intensità.
Nel pomeriggio, presso il Campus Restoring Ancient Stabiae, seguiamo la lezione teorica di Marco Cesaroni che ci illustra con padronanza e simpatia le nozioni indispensabili per immergersi in tutta sicurezza. Alla fine tutti a godersi il panorama e … qualche attimo di riposo, prima di una gustosa cena conviviale.
Domani si replica ….